Torre dell’Orso (Lecce): disagi per lavori stradali in centro

Torre Orso

A Torre dell’Orso: disagi per lavori stradali nel centro abitato e per il costone roccioso di falesia che si sgretola sotto la furia delle onde

Torre dell’Orso (Lecce): disagi per lavori stradali in centro

A Torre dell’Orso i disagi per lavori stradali nel centro abitato si sommano a quelli per il costone roccioso di falesia che si sgretola sotto la furia delle onde.

Non è decisamente un periodo felice, questo, per la ridente località salentina, che si popola e si anima solamente da giugno a settembre. Per il resto dell’anno resta malinconicamente disabitata. Tranne qualche sparuto residente e qualche ben affermato esercizio commerciale.

Sembra che i disagi siano un po’ come i guai: non vengono mai da soli. Nei mesi scorsi le autorità competenti del comune di Melendugno – nel cui ambito amministrativo ricade l’agglomerato di Torre – hanno dovuto mettere in sicurezza un buon tratto di lungomare, abbattendo un costone pericolante.

Falesia 7ff8d9c9 c265 4f19 9d92 c0432403cf07

Infatti, la roccia color del miele, sotto la furia degli elementi, si sgretola e si sfarina. Lasciando cadere lastroni di roccia (falesia) nella sottostante spiaggia. Risultato: un tratto di lungomare attrezzato è stato transennato ed escluso alla fruibilità, sia pedonale sia di circolazione veicolare. Residenti esclusi. Che, tra l’altro, temono per le loro villette rivierasche.

Ma al danno naturale, anche la pubblica amministrazione sta dando il suo “generoso” contributo. Infatti, in pieno centro abitato, nella strada principale, la centralissima via Matteotti, fervono dei lavori per realizzare una lodevolissima pista ciclabile.

Con tanto di escavatori che sollevano il manto di asfalto e di piccole ruspe che tracciano solchi dove inserire il cordolo di pietra, delimitante la pista bici dalla carreggiata automobilistica. Il traffico automobilistico si ingorga ed i malcapitati pedoni, non sanno dove poter camminare. Se tra le macchine o tra i detriti della costruenda pista.

Sorge spontanea la domanda: ma era opportuno fare questi lavori per la ciclabile proprio nel mese di luglio?

Torre dell’Orso è un centro di seconde case che vive solo nei mesi estivi. Per il resto dell’anno resta pressoché disabitato. Da ottobre ad aprile – otto lunghi mesi – non ci sarebbe stato tutto il tempo per organizzare e realizzare una utilissima opera come questa?

Certamente ci saranno delle ottime e motivate ragioni che ci sfuggono. Come ci sfugge la motivazione della ristrutturazione della scenografica scalinata ex Tàmari, che dallo stradone scende al mare. Anch’essa in queste settimane è oggetto di imponenti lavori di rifacimento e riqualificazione che prevedono, tra l’altro, una pavimentazione in elegante pietra grigia.

Tamari df8861e8 47f8 4575 9f4f d898d7f853c7

Scalinata ingentilita da graziose aiuole in cui sono stati diligentemente piantati degli alberelli ornamentali. Sarà il caldo di queste settimane, ma gli alberelli sembra che abbiano dimenticato di bere. Perché qualcuno non gliene ha dato?

A osservarli sembrano miseramente morti. Speriamo di no e che qualcuno corra in loro soccorso, perché per loro ci potrebbe essere ancora speranza di rinverdire.

Torre dell’Orso (Lecce): disagi per lavori stradali in centro // Carmelo TOSCANO/ Redazione Lombardia