Castori: “Non dobbiamo farci scivolare le partite addosso”

Con Rosi e Angella non ancora disponibili, Castori inizia la conferenza stampa pre Frosinone introducendo il nuovo innesto Struna:

“Giocatore strutturato che può ricoprire tutti e tre i ruoli della difesa perché calcia con entrambi i piedi. Ha fisicità e forza in gioco aereo. E’ venuto da due giorni ed è fermo da un bel pò di tempo. Come tutti i giocatori che stanno fuori si allenano da soli però il ritmo gara è il vero termometro. Adesso amichevoli per entrare in condizione non se ne possono fare: lo inseriremo pian piano per riportarlo ad un condizione accettabile. Poi vedremo quando torneranno disponibili Rosi e Angella, che per il momento non ci saranno ancora. Si parte un giorno prima per evitare lo stress di quattro ore di pullman. Serve massima concentrazione. La scorsa gara abbiamo toppato sin dai primi minuti. Dobbiamo dare un taglio netto a quanto fatto fino ad ora. Analizzare una partenza così difficile non è semplice; ci vuole del tempo quando chiudi il mercato dopo che il campionato è iniziato prima. Nel frattempo le prime sconfitte ti fanno venir meno la ricerca di certezza ancora da trovare. Dopodiché il tempo stringe e ti da scadenze molto brevi. I rigori sbagliati sullo 0 a 0 con Bari e Ternana non hanno aiutato ed hanno contribuito alla demoralizzazione. Anche per il pacchetto difensivo le annate non sono tutte uguali. Poi gli anni passano per tutti. Un errore può essere anche guardare sempre indietro anzichè avanti. Ci sta che prendi gol. Ma poi devi reagire, sennò le partite ti scivolano addosso”. 

Carmine D’Argenio, Autore a Vivicentro

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Mondiale calcio 2022 olandavsqatar per il girone A

Mondiale calcio 2022 l’Olanda sfida il Qatar per garantirsi il passaggio del turno, mentre i qatarioti devono provare a salvare la faccia

Dopo 45 anni si ritrovano studenti ITIS di Castellammare

Dopo quarantacinque anni si sono ritrovati gli studenti di una classe dell'ITIS allora denominato Marconi di Castellamare