Perugia
Perugia

Perugia, punto ViViCentro girone d’andata

ViViCentro è intervenuto nella persona del giornalista Carmine D’Argenio a B-Analizziamo, la trasmissione web interamente dedicata alla Serie B di Pianeta Serie B, per un excursus sul Girone d’andata del Perugia Calcio:

“Scetticismo generale della piazza nel momento vivo della scelta di Alvini. Scetticismo fugato pian piano nel corso del tempo già a partire dalla gara di Coppa Italia di agosto con l’altro Grifone, quello di Serie A, il Genoa. Rispetto a quanto costruito in sede di mercato ed in rapporto agli obiettivi stagionali in rapporto proprio a quest’ultimo, sta andando oltre forse le stesse aspettative dell’allenatore. Ha lanciato il suo credo di calcio aggressivo e di possesso con il confronto estivo anche con la categoria superiore. Ed è stato coriaceo a non mollarlo mai neanche nei momenti di difficoltà, che ha sempre studiato bene per superarli. Non si è abbattuto. Ha atteso i momenti belli per “gridare” ai suoi tutta la loro bravura, attribuendo per sé soltanto la funzione di suggeritore. E da lì ha fatto tesoro della raccolta fiducia da parte di tutti i suoi giocatori, quelli che giocavano e che giocano e quelli che non. E se l’è ritrovata sul campo in ogni istanza. Anche quando ultimamente rimaneggiato, ha fatto affidamento ripagato sulle determinate seconde linee. La grande forza è stata l’unione che dunque ha saputo dare. Ha portato poi snodi cruciali dalla sua: su tutti quello della batosta di Como. Ha saputo superare anche quello che poteva sembrare un limite di non dare continuità positiva: ed invece dopo qualche alto e basso ha allineato risultati interessantissimi come i pareggi a Parma ed a Pisa, unitamente ad una ritrovata continuità casalinga. Le basi già si erano gettate con invece le positività della vittoria con la Cremonese, i pareggi a Frosinone e Benevento, quest’ultimo strettissimo che grida ancora qualcosa in più. Queste fondamenta han fatto così arrivare all’ultima apparizione, finalmente derby, con la Ternana. Finale poi  sul calcio mercato non come piste ma come concetto. In uscita sicuramente verranno analizzate tutte le possibilità di scambio e trattative sugli esuberi di centrocampo e le bocciature dell’attacco. Ma la vera priorità del momento più o meno dichiarata alberga nella profondità d’attacco di rosa con un attaccante solo considerando il definitivo recupero di Carretta, un esterno ed un rifinitore”.

Carmine D’Argenio, Autore a VIVICENTRO

CAMBIA GDPR