Alvini: “Fantastico poter esser domani sulla panchina del Grifo”

Alvini, allenatore del Perugia, si dice entusiasta della possibilità del derby con la Ternana domani. Angella e Santoro recuperati, Ghion e Carretta no

Alvini, allenatore del Perugia, si dice entusiasta della possibilità del derby con la Ternana domani. Angella e Santoro recuperati, Ghion e Carretta no

“Mi ritengo fortunato a poter vivere la bella vigilia del derby dell’Umbria. Sono felice. ci arriviamo con felicità. Fantastico poter esser domani sulla panchina del Grifo. La partita me l’ha aspetto come un classico derby, con l’accezione propria del termine. Se dovessi preoccuparmi delle conseguenze non sarebbe più gioia pura ed amore. Alleno per vivere queste partite con pressione ed amore: il massimo, a me piace questo. Poi può andarti male, puoi vincere, ma l’importante è sempre avere le idee chiare per il tuo percorso. Io e la squadra, noi. Mi aspetto una squadra che verrà qua per fare la sua partita. Non mi interessa se vengano a tre o a quattro, nè mi interessa se loro cambino qualcosa, perché anche noi cambieremo qualcosina: non si può concedere campo a loro in alcuni momenti e quindi varieremo qualcosa nella pressione. A Reggio Emilia ho già vissuto derby molto sentiti con il Parma, piuttosto che Modena. Ricevuto pressioni importanti anche là, ma qua sono consapevole come sia tra i derby più sentiti d’Italia. Il risultato della partita è importante, con tutte le sue valutazioni ma io guardo avanti su dove vogliamo arrivare: al di là del risultato di domani, abbiamo le idee chiare sul futuro. A me piace la Ternana nella qualità del palleggio. Non credo sarà gara così aggressiva. Dovremo stare attenti con i tre dietro per i loro attaccanti. Con 16/17 giocatori nuovi con cui è partito il nostro progetto dopo 5 mesi e mezzo è in continuo miglioramento. La cosa che mi dà piacere è che la squadra capisce e vuol crescere. Su tutta questa qualità da aggiungere, sono convinto piuttosto miglioreremo (come già fatto per tanti elementi in rosa) tutti insieme ciò che abbiamo a disposizione. Avverto che c’è una fiamma che sta rinascendo, il derby si respira nell’aria. Sento il calore dei tifosi. Mi riporta a quando ero piccolo al mio derby Fucecchio – Santa Croce dell’Arno in Eccellenza, in cui mi portava babbo”. 

  Carmine D’Argenio, Autore a VIVICENTRO

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIME NOTIZIE

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV