Quantcast

Banner Gori
Bonafede e montaggio video su rientro Cesare Battisti
Attualità

Salvini e Bonafede fuori da ogni regola. Parola dell’Unione delle camere penali VIDEO

Non bastava Salvini con i suoi video e le sue dirette, ora anche Bonafede scivola sulle regole istituzionali e costituzionali e diffonde un video su Battisti che scatena ironia e imbarazzo e che difficilmente dimenticherà. La vicenda raccontata da Repubblica e Corriere provoca l’intervento dell’Unione delle camere penali che rimarcando il “Concetto primitivo della dignità umana” mostrato dai due, ricordano che chi ha scritto la nostra Costituzione si è ispirato a un’idea di carcere come possibilità di rieducazione per chi ci finisce dentro. E non ha precisato che questo principio vale solo per i criminali ‘meno cattivi’, ma riguarda tutti, anche i pluriomicidi come Cesare Battisti per il quale, invece, è stato montato un palcoscenico mediatico degno di uno sceneggiato con l’aggravante di averlo fatto a mero scopo pubblicitario per se stessi e per la propria parte politica.

L’Unione delle camere penali, valutando quanto posto in essere con il rientro di Cesare Battisti in Italia, si esprime quindi in un comunicato con il quale afferma:

“Quanto accaduto ieri in occasione dell’arrivo a Ciampino del detenuto Battisti è una pagina tra le più vergognose e grottesche della nostra storia repubblicana. È semplicemente inconcepibile che due Ministri del Governo di un Paese civile abbiano ritenuto di poter fare dell’arrivo in aeroporto di un detenuto, pur latitante da 37 anni e finalmente assicurato alla giustizia del suo Paese, una occasione, cinica e sguaiata, di autopromozione propagandistica”.

L’organo di rappresentanza degli avvocati aggiunge:

“i ministri Bonafede e Salvini hanno ritenuto di doversi presentare in aeroporto, dove erano stati zelantemente predisposti palchetti, per esibirsi in favore di telecamera, evidentemente al fine di acquisire nell’immaginario collettivo il merito di un evento frutto, come è ben noto, del lavoro ultratrentennale dei vari governi che si sono succeduti nel tempo, al pari delle forze di polizia e dei servizi di sicurezza e di intelligence”.

È addirittura sconcertante – si sottolinea – che il Ministro della Giustizia abbia diffuso un video, con sinistro commento musicale, titolando di ‘una giornata indimenticabile’; e non ci sono state risparmiate foto ricordo del detenuto, con due agenti della polizia penitenziaria al fianco, in spregio di espliciti divieti normativi”.

A conclusione del comunicato, l’Unione delle Camere Penali Italiane pertanto spiega che:

“esprime tutto il proprio sdegno e la propria riprovazione per questa imbarazzante manifestazione di cinismo politico in una occasione in cui lo Stato aveva già dimostrato la sua superiorità senza gratuiti clamori. Altro è esprimere legittima soddisfazione per la conclusione di una lunga latitanza di un cittadino raggiunto da plurime sentenze definitive di condanna per gravissimi fatti di sangue, altro è esporre il detenuto, chiunque egli sia, qualunque sia la sua colpa, come un trofeo di caccia, con foto ricordo al seguito”.

E chiude affermando che quella posta in essere è

“una pagina umiliante e buia di malgoverno, che rappresenta nel modo più plastico e drammatico un’idea arcaica di giustizia ed un concetto primitivo della dignità umana, estranei alla cultura del nostro Paese”.

ATTUALITÀ / Salvini e Bonafede fuori da ogni regola. Parola dell’Unione delle camere penali VIDEO

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Stanislao Barretta

Stanislao Barretta

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat