Da Giovedì Ondata di Maltempo con Pioggia, Freddo e Neve
Da Giovedì Ondata di Maltempo con Pioggia, Freddo e Neve

Da Giovedì Ondata di Maltempo con Pioggia, Freddo e Neve

Previsioni Pessime su tutta l’Italia: Timida rimonta dell’alta pressione, da Giovedì ondata di Maltempo con Freddo e Neve. Attacco perturbato su tutte le regioni; piogge diffuse e nubifragi al Centro-Sud. NEVE: cadrà a quote sempre più basse sia sulle Alpi sia sugli Appennini. WEEKEND: freddo, neve a bassa quota, allerta NUBIFRAGI in Campania!

Le previsioni per i prossimi giorni sono davvero pessime! Il nostro Paese, a partire giovedì 25, subirà infatti una severa ondata di maltempo, caratterizzato, nei prossimi giorni, non solo da tanta pioggia, ma anche da neve a quote sempre più basse e da un primo abbassamento termico.
Tutta colpa di un profondo vortice ciclonico con centro motore collocato all’altezza della Spagna, in movimento verso l’Italia e alimentato da aria fredda di origine artica.
Ma andiamo con ordine.

Dopo un’effimera tregua attesa mercoledì 24 novembre, già nel corso della notte tra mercoledì e giovedì il tempo inizierà a subire un netto peggioramento ad iniziare dalla Sardegna verso le aree tirreniche del Centro e la Liguria occidentale, con piogge in intensificazione e in movimento verso levante.

Già dalle prime luci di giovedì 25, avverse condizioni atmosferiche avvolgeranno gran parte del Paese. Maggiormente colpite saranno le regioni del Nord, la Sardegna e l’intera area tirrenica, con forti rovesci e rischio di nubifragi tra il Lazio, la Campania, la Sicilia ed entro sera su tutta l’area ionica (Calabria e Puglia).
Attenzione inoltre alla neve. Un deciso calo delle temperature provocherà fenomeni nevosi a tratti copiosi sui settori alpini localmente sotto i 1000 metri di quota sul lato occidentale. Nevicate sono attese inoltre sulla dorsale appenninica, ma qui a quote non inferiori ai 1600/1700 metri.
A fine giornata poi, mentre si faranno meno diffuse ed insistenti le precipitazioni al Centro-Nord, un’intensa ed ulteriore fase di maltempo colpirà il comparto ionico calabrese, la Basilicata e la Puglia. Andrà prestata particolare attenzione a queste zone in quanto non sono da escludere forti temporali e pericolosi nubifragi con elevato rischio idrogeologico.

Anche la giornata di venerdì 26 trascorrerà all’insegna di un reiterato maltempo, ma che colpirà essenzialmente il versante tirrenico, dalla Toscana alla Campania e il nord della Calabria. Saranno queste le aree dove si registrerà il più abbondante quantitativo di precipitazioni.
Andranno meglio le cose in Sicilia, su tutto il settore ionico e su gran parte delle regioni del Nord fatta eccezione per i rilievi alpini, prealpini e alcuni tratti del Nordest dove il tempo risulterà sicuramente meno affidabile.

Infine anche il weekend si preannuncia all’insegna di una forte instabilità e con temperature in ulteriore e decisa diminuzione, con nevicate sempre più in basso.

Meteo / Cristina Adriana Botis / Redazione

Ascolta la WebRadio