da Giovedì Maltempo con Freddo e Neve
da Giovedì Maltempo con Freddo e Neve

Da Giovedì Maltempo con Freddo e Neve, Timida rimonta dell’alta pressione

Una bassa pressione si allontana lentamente dall’Italia dispensando ancora delle piogge al Centro-Sud e su parte della Sardegna. Da Giovedì nuovo, intenso, violento e più freddo attacco perturbato su tutte le regioni; piogge diffuse e nubifragi al Centro-Sud. NEVE: a quote sempre più basse sia sulle Alpi sia sugli Appennini. WEEKEND: freddo, neve a bassa quota, allerta NUBIFRAGI in Campania!

++++aggiornamento flash ultimo minuto++++:

dalle ultime elaborazioni del Centro Europeo è prevista neve in pianura a Milano, Lombardia, piacentino e basso Piemonte nelle prime ore di Lunedì 29 Novembre per la concomitante discesa di aria fredda polare sia dalla Porta della Bora che dalla Valle del Rodano con la simultanea presenza di un minimo di pressione sul Nord Italia! Da seguire.

Sta per tornare la neve e questa volta, oltre che abbondante, cadrà pure a quote via via sempre più basse.

Dopo le prime imbiancate su molte aree alpine nei giorni scorsi, sta per arrivare un’altra iniezione di fiducia per gli amanti della neve e soprattutto per gli operatori turistici in vista dell’ormai imminente stagione invernale.

Ma cosa accadrà allora nei prossimi giorni? Dove e quando arriverà la neve?

Dopo un avvio di settimana durante il quale alcune nevicate hanno interessato i rilievi alpini, seppur a quote ancora piuttosto elevate, la nostra attenzione fa un salto di qualche giorno e si concentra in particolare nella giornata di giovedì 25 novembre quando un’intensa perturbazione atlantica è destinata a provocare nevicate abbondanti sui rilievi del Nord, specialmente sul comparto alpino centro-occidentale dove la neve scenderà fino a quote anche inferiori ai 1000 m. con accumuli che potranno raggiungere svariate decine di cm.

Ci sarà inoltre occasione per qualche bella nevicata pure sulla dorsale appenninica centro-settentrionale, anche se qui la quota sarà ben più elevata e mediamente prossima ai 1600/1700 m.

Nei giorni successivi, sempre in un contesto atmosferico assai turbolento, comincerà ad affluire sul nostro Paese aria ancora più fredda.

Gioco forza le nevicate, oltre ad essere abbondanti, cominceranno ad interessare quote più basse, specialmente a cavallo del prossimo weekend quando i fiocchi bianchi si spingeranno fino ai 500/700 m. sui rilievi del Nordovest e sugli 800/1000 m. su quelli centro orientali.

Sarà piuttosto bassa la quota (per il periodo) anche sul comparto appenninico centro-settentrionale, dove la “dama bianca” scenderà fino ai 1000 m., se non a quote addirittura più basse, specie in Toscana.

Meteo / Cristina Adriana Botis

Ascolta la WebRadio