Juve Stabia – Crotone (1-1): La pagella dei padroni di casa

LEGGI ANCHE

Visite : 397

Vi proponiamo la pagella delle Vespe dopo l’ultimo turno di campionato in cui la Juve Stabia non riesce a conquistare l’intera posta in palio contro il Crotone.

Finisce in parità la sfida al Menti tra la Juve Stabia e il Crotone e al termine della serata in cui i tantissimi tifosi stabiesi hanno voluto tributare con la loro massiccia presenza gli onori del caso alla squadra di mister Pagliuca, stiliamo la nostra pagella per i 16 calciatori scesi in campo tra le fila gialloblù.

Di seguito i voti ai calciatori stabiesi.

Esposito 5,5: Trova la titolarità e lo fa in una serata tutto sommato tranquilla e in una gara che gli da pochi grattacapi. Peccato però per l’infortunio tecnico che di fatto regala il pareggio agli avversari.

DIFESA

Baldi 6,5: Buona la sua gara, si riprende per una sera la sua fascia di destra. Dimostra ancora una volta buona gamba, chiusure importanti e la giusta proposizione.

Folino 6: Gara giocata in scioltezza e con la giusta tranquillità, dimostrando un buon feeling con i compagni di reparto.

Bellich 7: Mister Pagliuca non rinuncia alla sua presenza e lui lo ripaga con una ottima prestazione con tanto di ritorno al gol. Marco è una sicurezza, una sentenza in difesa e a volte non solo.

D’Amore 6,5: Si riappropia per una sera del settore sinistro difensivo dopo l’utilizzo a Messina. Sfrutta bene l’occasione andando di impeto ma anche con tanta testa, dimostrando di poter essere una valida pedina.

CENTROCAMPO

Pierobon 6: Si muove bene in mezzo al campo cerca e trova buone soluzioni donando spinta e spunti per i compagni nelle impostazioni di gioco.

Gerbo 7: Qualità importanti messe in campo dal capitano Gialloblù. Non si risparmia per nulla, prende per mano la squadra nei momenti sia di interdizione che di costruzione, dimostrando ancora una volta di essere un punto di riferimento.

Buglio 7: Ancora una volta il sette polmoni della mediana fa la differenza, lo si vede praticamente dappertutto, combatte, lotta e recupera palloni a quantità industriale.

ATTACCO

Piovanello 7: Una vera scheggia impazzita, la classica spina nel fianco per i pitagorici. Gli ospiti soffrono la sua velocità e il saltare l’uomo in maniera quasi sistematica.

Adorante 6,5: Non ha avuto molte occasioni a disposizione. Per tutta la gara non ha lesinato sforzi per poter portare insidie verso la porta avversaria, probabilmente i pochi rifornimenti non lo hanno acceso del tutto.

Piscopo 6: Ha cercato in ogni modo di spingere e creare occasioni, ha tentato un paio di volte la conclusione a rete con scarsa fortuna.

I SUBENTRATI

Meli (dal 23s.t.) 6: Presenza di peso li in avanti, cerca soluzioni per spingere ancora di più, ma la gara man mano si affievolisce e inevitabilmente cala anche il suo ritmo.

Guarracino(dal 35s.t.) s.v.

Garau (dal 35s.t.) s.v.

La Rosa ( dal 42s.t.) s.v.

Picardi (dal 42s.t.) s.v

L’ALLENATORE

Mister Guido Pagliuca 6,5: Concede a un po’ di suoi calciatori meno impegnati nel campionato di iniziare da titolari questa gara. Ha di sicuro avuto delle buone impressioni un po’ da tutti per intensità e approccio alla gara. Avrebbe voluto di sicuro però maggior attenzione in alcune fasi di gioco, ma il poco feeling con il campo e le situazioni di gioco, non hanno permesso di vedere la solita Juve Stabia. Evidenza ne è l’infortunio nel quale è incappato Esposito nell’ occasione del pareggio pitagorico, ci sta assolutamente quando si costruisce dal basso e non hai i meccanismi ben oleati.

Una gara tutto sommato positiva da parte dei suoi uomini che di sicuro vorranno rifarsi, semmai con un presto ritorno alla vittoria e onorare al meglio la competizione della Supercoppa.


Juve Stabia TV


Virtus Stabia, Mario Guida: Mente e Cuore per la finalissima con il Cimitile

Mario Guida, direttore dell'area tecnica della Virtus Stabia, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni a due giorni dalla finale col Cimitile
Pubblicita

Ti potrebbe interessare