31.1 C
Castellammare di Stabia

Juve Stabia – Catania (1-0): Le parole di Zanellato e Bethers

LEGGI ANCHE

Niccolò Zanellato e Klaus Bethers, rispettivamente centrocampista e portiere del Catania, sono intervenuto in conferenza stampa al termine del match di campionato perso 1-0 con la Juve Stabia.

Queste sono state parole dei tesserati Etnei in merito alla gara di oggi con la Juve Stabia che sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it per voi lettori:

Niccolò Zanellato:

Non ci siamo ancora parlati. Dopo le partite, a caldo, si sa come funziona, è meglio non dire nulla.

La Juve Stabia ha segnato in un momento in cui potevamo segnare anche noi.

Il mio tiro è uscito fuori di poco.

Martedì vedremo cosa dire.

Oggi è stata una partita sui generis, potevamo calciare di più, io ho fatto un tiro alto.

Venivamo da quattro goal con Caserta ed uno con il Latina, per cui i gol riusciamo a farli. Può andare bene una volta e male l’altra.

Dobbiamo essere fiduciosi nonostante la sconfitta e credere in ciò che facciamo.

I tifosi devono stare vicino alla squadra.

Io sono arrivato da poco e ho avvertito da subito il calore del pubblico.

Devono stare tranquilli perché i risultati arriveranno, ne sono sicuro, perché non manca mai impegno e sudore per la maglia che indossiamo.

Ci vuole pazienza non è facile a dirsi ma bisogna stare sereni e pensare alla prossima partita.

Al termine di Juve Stabia – Catania per gli etnei dopo Zanellato è la volta di Klaus Bethers:

E’ vero sto crescendo partita per partita ma alla fine conta poco perchè dobbiamo vincere.

E’ un momento difficile per tutti noi.

Dobbiamo essere uniti, e provare ad aumentare i punti in classifica. Ci servirebbe vincere due tre partite di fila. Ma dobbiamo avere fiducia.

Per me la Juve Stabia è una squadra molto organizzata, ha coperto tutte le zone e si è proposta bene.


Juve Stabia TV


Elezioni Presidenziali USA 2024: L’FBI ha identificato Thomas Matthew Crooks, 20 anni, di Bethel Parkk,

Ultime notizie sulla campagna elettorale 2024: scontri, posizioni su aborto e sondaggi cruciali.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare