Secondo la leggenda la Madonna dei mandarini è la patrona dei ladri

La Madonna dei mandarini è una figura presente nella storia e nella leggenda napoletana secondo la leggenda la Madonna dei mandarini è la patrona dei ladri, noti anche come "mariuoli" nella zona meridionale d'Italia.

LEGGI ANCHE

La Madonna dei mandarini è una figura presente nella storia e nella leggenda napoletana secondo la leggenda la Madonna dei mandarini è la patrona dei ladri, noti anche come “mariuoli” nella zona meridionale d’Italia.

Secondo la leggenda la Madonna dei mandarini è la patrona dei ladri

Si dice che i malfattori, quando muoiono, si presentino davanti a San Pietro, il custode delle chiavi del paradiso, in fila per entrare.

San Pietro apre la porta per far passare uno alla volta, e la Madonna dei mandarini, che si trova accanto a lui, interviene per proteggere i ladri che hanno pregato per lei durante la loro vita.

La leggenda della Madonna dei mandarini sembra risalire al Medioevo, ma la poesia che ne racconta la storia è stata scritta nel XX secolo da Ferdinando Russo.
Non è chiaro se la leggenda abbia ispirato la poesia o viceversa.

La figura della Madonna dei mandarini è anche presente in un libro intitolato “La Madonna dei mandarini”, che racconta la storia di un gruppo di volontari di una piccola associazione cattolica che si occupa di disabili e ragazze madri a Napoli.

Inoltre, secondo un’altra leggenda, la Madonna dei mandarini, durante la notte, si reca di nascosto a consolare gli inconsolabili portando loro dei mandarini.
Si dice che sia una madre che non può lasciare soli i suoi figli, nemmeno quando hanno commesso qualcosa che Dio fatica a perdonare, e che la sua purezza possa lavare anche le macchie più ostinate.

In sintesi, La Madonna dei mandarini è una figura presente nella storia e nella leggenda napoletana ed è considerata la patrona dei ladri.

Eventi

Juve Stabia-Turris, Menichini: nel secondo tempo più giusto il pari

Leonardo Menichini, allenatore della Turris, ha rilasciato alcune dichiarazioni in sala stampa al termine del match con la Juve Stabia
Pubblicita

Ti potrebbe interessare