Inaugurata al Museo Diocesano Sorrentino Stabiese la suggestiva mostra d’arte contemporanea dell’Associazione 9Artè

LEGGI ANCHE

Visite : 6

Inaugurata una interessante mostra d’arte contemporanea presso il MuDiSS, Museo Diocesano Sorrentino Stabiese, in Piazza Giovanni XXIII a Castellammare di Stabia.

Promotrice dell’iniziativa l’Associazione 9Artè, che riunisce nove artisti del territorio, amici di lunga data, che hanno già ottenuto significativi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale.

Gli artisti

Carmen D’Auria, Catello Zanca, Cinzia Vivo, Ciro Di Somma, Domenico Balestrieri, Florinda Imparato, Luca de Martino, Monia Provenza e Vincenzo Imperatore. 

Le personalità presenti

Ad accogliere il folto pubblico la giornalista Maria Pia Nocerino, l’archeologo Mario Notomista, l’Avv. Andrea Paolillo e il presidente della Pro Loco di Castellammare Gino Coppola.

All’evento sono intervenuti anche il Direttore del MuDiSS Egidio di Lorenzo e il Sindaco di Gragnano Nello D’Auria.

Tra i presenti il Consigliere Comunale Salvatore Castrignano, e gli Assessori alla Cultura Mena di Maio, e agli Eventi Stefania Tizzani, del Comune di Gragnano.

Molti i rappresentanti del mondo dell’associazionismo e della cultura. Tra il pubblico anche tanti giovani, studenti liceali di arte, particolarmente interessati alle metodologie utilizzate.

Le parole del Direttore del Museo Diocesano Sorrentino Stabiese

Il Direttore del MuDiSS si è detto molto contento di aver dato la possibilità di allestire la mostra, aprendo le porte a questi talenti.

“Il nostro territorio è migliore di quello che si rappresenta proprio per la vitalità e la capacità creativa di tante personalità sensibili” – ha sottolineato.

“Ho visto opere di artisti sensibili a temi come l’immigrazione, la violenza sulle donne, l’ambiente, con tecniche diverse ma molto vivaci e molto significative.”

La presidentessa dell’Associazione

L’artista Cinzia Vivo, presidentessa dell’associazione 9Artè, ha parlato di come è nato il gruppo, delle sue finalità, dell’esigenza di condividere una missione comune.

L’associazione nei prossimi mesi ha in cantiere diversi progetti per sensibilizzare all’arte sempre più persone e contribuire allo sviluppo artistico, culturale e civile dell’area stabiese.

I relatori

Tutti i relatori nei loro interventi hanno evidenziato l’importanza dell’arte, sia per veicolare messaggi significativi sia per promuovere la crescita economica e socio-culturale del territorio.

Per il Sindaco D’Auria bisogna essere consapevoli della bellezza che ci circonda e valorizzare il territorio per essere competitivi, con un’azione sinergica dei vari comuni.

Il presidente della Proloco, con notevole competenza, ha presentato gli artisti attraverso l’analisi delle opere esposte, mettendo in evidenza le varie tecniche usate da ciascuno.

Tutti hanno avuto parole di plauso per questi bravi artisti dell’area stabiese, che nei loro dipinti hanno evidenziato grande estro creativo, ingegnosità, maestria.

La mostra al Museo Diocesano Sorrentino Stabiese

Fino al 30 marzo sarà possibile ammirare nella storica struttura del MuDiSS una selezione delle opere più belle di 9Artè.

Trentacinque tele dai colori vividi, intensi, che riescono a catturare un’emozione, a far riflettere sulla problematicità del reale, a trasmettere un messaggio positivo.

A rendere ancora più coinvolgente quest’itinerario artistico, la scelta di collocarlo nel Museo Diocesano, l’antica Chiesa dell’Oratorio, con i suoi importanti reperti di epoca romana.

Tra resti di colonne e capitelli, frammenti di cornici ed epigrafi, troneggiano tele dai colori sgargianti, e la bellezza classica si fonde con quella contemporanea.

L’Associazione 9Artè, attraverso questa bella mostra di pittura al Museo Diocesano Sorrentino Stabiese, inizia un dialogo diretto con un territorio che sa valorizzare i suoi talenti migliori.


Playoff Under 15 Pescara Juve Stabia 1-0: Vespette eliminate

Playoff ottavi di finale Under 15 tra Pescara e Juve Stabia: Vespette eliminate grazie al gol realizzato da Di Marcello per il Pescara al minuto 80.
Pubblicita