Sanitari non vaccinati irregolarmente a lavoro; scattano le sanzioni

I Carabinieri hanno scoperto un elevato numero di sanitari non vaccinati che svolgevano le loro attività lavorative in maniera irregolare

Carabinieri NAS

Sanzionati tutti i membri del personale medico scoperti ad esercitare la professione senza i requisiti ora richiesti

 

All’opera

 

I Carabinieri NAS hanno avviato un indagine nelle scorse settimane per tenere sotto controllo l’andamento della campagna vaccinale tra i membri del personale medico del territorio italiano; i risultati ottenuti dal mese di novembre ad oggi hanno riscontrato la presenza di diversi soggetti i quali avrebbero aggirato l’obbligo vaccinale ed esercitando la propria attività lavorativa in modo irregolare.

I militari hanno effettuato controlli su migliaia di soggetti, riscontrando una percentuale non bassa di medici e personale sanitario i quali non si erano vaccinati contro il Covid-19 e che avrebbero comunque proseguito con le loro attività come se niente fosse.

 

I provvedimenti

 

I risultati delle indagini hanno mostrato una diffusione di tale irregolarità su scala nazionale; in diverse zone del territorio italiano sembrano essere presenti casi di vero e proprio esercizio abusivo della professione per inadempienza dell’obbligo vaccinale.

Una dermatologa di Novara è stata deferita per inadempienza dell’obbligo vaccinale, nonostante sulla stessa vi fosse già in programma una futura sospensione per la medesima motivazione.

Due odontoiatri sono stati scoperti e deferiti in due zone differenti; assieme a loro, i militari hanno provveduto a porre sotto sequestro le strutture che i due avrebbero utilizzato abusivamente.

I NAS di diverse zone d’Italia hanno proceduto ad uno scambio di informazioni e alla realizzazione di una fitta rete investigativa che ha portato alla scoperta e alla segnalazione di ben 308 membri del personale sanitario tra medici e impiegati minori; le indagini proseguono con l’augurio di mettere in luce tutte le professioni svolte abusivamente per cercare di portare anche i più scettici verso una scelta da fare per il bene comune, non solo per se stessi.

 

Sanitari non vaccinati irregolarmente a lavoro; scattano le sanzioni/Antonio Cascone/redazione