Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Manifestazione per la frana di Letoianni (ME). Video interviste e interventi

La manifestazione indetta per il quinquennale dalla caduta della frana sulla A18 e per la disagevole viabilità sulle autostrade e strade siciliane.

Manifestazione per la frana di Letoianni (ME). Video interviste e interventi

Si è svolta ieri domenica 19, a Letoianni, in provincia di Messina, nella mattinata tra le 9:30 e 13:30 circa, una manifestazione di cittadini, per cercare di sensibilizzare le Autorità regionali siciliane competenti, affinché si ripristini la regolare viabilità sull’autostrada che collega Messina a Catania, nel tratto antistante il paese di Letojanni, rimuovendo la frana che da cinque anni obbliga i veicoli in transito al doppio senso su una corsia.

Di questa frana ne avevamo riepilogato la vicenda in un nostro recente articolo “12 Gennaio 2020 Da 5anni la frana di Letojanni (ME). Il 19 gennaio 2020 manifestazione pubblica in Piazza Cagli”.

La manifestazione era stata organizzata da Guglielmo Trusso insieme a Giuseppe Leotta, entrambi attivisti del Movimento Cinque Stelle di Giardini Naxos con la collaborazione dei fondatori della pagina Facebook (con 14 mila membri) “A18 e A20 le autostrade siciliane della vergogna” Stefano Costantino e Francesco Oteri.

Insomma c’erano tutti i presupposti, comprese le bandiere dell’Italia e dell’Unione Europea, nonché i giornalisti e persino la Rai, ma non c’erano i cittadini, i siciliani.

Alla manifestazione erano stati invitati anche i sindaci di Giardini, Taormina, Castelmola, Letojanni e Sant’Alessio, i vertici di Cas e Anas, il Presidente della Regione siciliana, ma non si è visto alcuno.

La delusione per l’assenza dei concittadini aveva quasi pervaso sia gli organizzatori che il relativo pubblico presente. Ma poi Guglielmo Trusso ha preso il microfono in mano e dopo di lui Giuseppe Leotta, motivando anche altri dal pubblico che sono voluti salire sul palco per dire la loro.

In sequenza hanno parlato:

Domenico Interdonato di Cittadinanza Attiva, l’agente di viaggio Nicola Salerno, Concetta Prestipino del“comitato dei cittadini per i diritti umani”, Emanuele Fonti, (purtroppo l’unico di cui non abbiamo un video per motivi tecnici) e infine il nostro Adduso Sebastiano.

Il primo video che segue è inerente le interviste a Guglielmo Trusso, Giuseppre Leotta e Stefano

Costantino, del quale ultimo riportiamo anche una sua dichiarazione di stasera resa sul gruppo Fb sopracitato di cui è amministratore “Adesso non Scrivetemi più che bisogna manifestare e bloccare tutto, perché nella realtà la vera vergogna siamo noi”.

Nel secondo video sono riportati gli interventi in modo sintetico.

Mariella Musso