Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Incendio doloso, muore un sacerdote tra le fiamme

Un incendio è stato appiccato alla sede della comunità di recupero per tossicodipendenti

Un incendio è stato appiccato alla sede della comunità di recupero per tossicodipendenti “Tenda di San Camillo” sulla SS116 a Riposto (CT).

Un incendio, che gli investigatori ritengono di natura dolosa, è stato appiccato la notte scorsa alla sede della comunità di recupero per tossicodipendenti “Tenda di San Camillo”, sulla strada statale 116 a Riposto, nel Catanese. Tra le fiamme, è morto il responsabile della struttura, padre Leonardo Grasso, di 78 anni. L’incendio è stato spento dai Vigili del fuoco.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Giarre e della Sezione investigazioni scientifiche (Sis) del Comando provinciale dell’Arma di Catania, che avrebbero già identificato l’autore del rogo e sarebbero sulle sue tracce.  Le fiamme sono divampate verso le 5 e si sono propagate nella struttura.

All’interno della comunità di recupero c’erano sei ospiti, tutti rimasti illesi. Non è riuscito a fuggire, invece, l’anziano sacerdote gestore della struttura. A far intervenire i soccorsi è stata una telefonata fatta al 112 dall’interno della struttura ‘Tenda San Camillo’.

Adduso Sebastiano

Un incendio, che gli investigatori ritengono di natura dolosa, è stato appiccato la notte scorsa alla sede della comunità di recupero per tossicodipendenti “Tenda di San Camillo”, sulla strada statale 116 a Riposto, nel Catanese. Tra le fiamme, è morto il responsabile della struttura, padre Leonardo Grasso, di 78 anni. L’incendio è stato spento dai Vigili del fuoco. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Giarre e della Sezione investigazioni scientifiche (Sis) del Comando provinciale dell’Arma di Catania, che avrebbero già identificato l’autore del rogo e sarebbero sulle sue tracce.  Le fiamme sono divampate verso le 5 e si sono propagate nella struttura. All’interno della comunità di recupero c’erano sei ospiti, tutti rimasti illesi. Non è riuscito a fuggire, invece, l’anziano sacerdote gestore della struttura. A far intervenire i soccorsi è stata una telefonata fatta al 112 dall’interno della struttura ‘Tenda San Camillo’.