30 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

lunedì, Agosto 8, 2022

Donna 53enne trovata morta in casa a Breno: arrestato il figlio 25enne

Da leggere

Breno (Bs): Donna 53enne trovata morta in casa, i Carabinieri fermano il figlio 25enne per omicidio volontario. L’avrebbe strozzata.

 Donna 53enne trovata morta in casa a Breno: arrestato il figlio 25enne

Una donna di 53 anni è stata trovata morta in casa a Breno nella tarda serata del 10 settembre.

Ad avvertire i Carabinieri e a chiedere il loro aiuto era stato il figlio 25enne che dopo l’ora di cena, presentatosi al militare di servizio alla caserma, aveva riferito di aver discusso con la mamma.

Nell’appartamento di Via Ghislandi 2, i Carabinieri della Compagnia di Breno hanno trovato il cadavere della 53enne che era disteso su un divano in cucina.

Sul posto sono poi intervenuti il medico legale e i militari della scientifica del Comando Provinciale di Brescia che hanno curato l’esecuzione dei rilievi tecnici.

Dopo l’iniziale richiesta di aiuto il 25enne, che non risulta svolgere alcuna attività lavorativa, si è chiuso in se e non ha più interagito ne con i militari che lo stavano vigilando, ne con i sanitari nel frattempo accorsi in caserma.

Nella mattinata odierna è stato accompagnato in ospedale per una valutazione psichiatrica.

Li avrebbe iniziato a fare delle parziali ammissioni di responsabilità circa il decesso della mamma convivente.

In sede di interrogatorio reso avanti al Pubblico Ministero – Dott.ssa Roberta Panico – e alla presenza del suo avvocato di fiducia, il giovane avrebbe riferito di aver aggredito la madre senza un valido motivo.

Le avrebbe stretto le mani intorno al collo fino a provocarne la morte.

Saranno l’esame autoptico e gli accertamenti ancora in corso a confermare le ammissioni fatte dal 25enne, nei cui confronti è stato emesso un provvedimento di fermo d’indiziato di delitto.

Il reato contestato è quello di omicidio doloso aggravato dal rapporto di parentela con la vittima.

I Carabinieri di Breno, che hanno eseguito il fermo, hanno poi tradotto l’indagato in carcere a Brescia.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy