Controlli tra Ercolano e Secondigliano per pubblica sicurezza

Controlli tra Ercolano e Secondigliano
Foto d'archivio

Controlli tra Ercolano e Secondigliano: bar chiuso per 10 giorni e sanzione per una donna che nascondeva in casa tabacchi lavorati esteri.

Controlli tra Ercolano e Secondigliano per pubblica sicurezza

Controlli tra Ercolano e Secondigliano. Il Questore di Napoli, su proposta della Tenenza dei Carabinieri di Ercolano, ha disposto la sospensione per 10 giorni dell’attività di esercizio nei confronti di un bar in via IV Novembre a Ercolano.

I controlli effettuati tra settembre e ottobre hanno evidenziato, in diverse occasioni, l’assidua frequentazione del locale da parte di soggetti con precedenti per reati quali associazione per delinquere, rapina, estorsione, atti persecutori, spaccio di stupefacenti, lesioni personali, truffa, ricettazione, contrabbando, alcuni dei quali legati ad una nota organizzazione criminale della zona.

Il provvedimento è dunque finalizzato a scongiurare un concreto pericolo per la pubblica sicurezza.

Inoltre, ieri mattina gli agenti del Commissariato Secondigliano, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in corso Italia hanno notato una donna che, alla loro vista, è rientrata frettolosamente in un’abitazione.

I poliziotti, entrati nell’appartamento, hanno rivenuto 120 pacchetti di tabacchi lavorati esteri, privi del marchio del Monopolio di Stato, per un peso complessivo di circa 2,4 kg.

La donna, una 40enne napoletana, è stata sanzionata per contrabbando di tabacchi lavorati esteri per un importo di oltre 12mila euro.

Lorenza Sabatino

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.        

Alcuni altri articoli di cronaca campana presenti nei nostri archivi: