Proteste a Ischia per Docce a Pagamento sulla Spiaggia Libera di Citara!

I bagnanti protestano per le docce a pagamento sulla spiaggia libera di Citara, Ischia. Il deputato Borrelli critica questa tassa, definendola incoerente con il concetto di spiaggia libera.

LEGGI ANCHE

I bagnanti protestano per le docce a pagamento sulla spiaggia libera di Citara, Ischia. Il deputato Borrelli critica questa tassa, definendola incoerente con il concetto di spiaggia libera.

Ischia: Proteste per Docce a Pagamento sulla Spiaggia Libera di Citara

I bagnanti che frequentano la splendida spiaggia libera di Citara, situata nel comune di Forio sull’isola di Ischia, si trovano attualmente a fronteggiare una situazione controversa riguardante l’uso delle docce. Secondo quanto riportato, è stato richiesto ai bagnanti di pagare una tassa di 1 euro per usufruire del servizio di docce pubbliche. Questa mossa ha suscitato un’ondata di proteste da parte dei frequentatori, che ritengono tale pagamento inaccettabile e in contrasto con il concetto stesso di spiaggia libera.

La questione è emersa come l’ennesimo esempio di controversie legate all’utilizzo del demanio pubblico, una problematica che è purtroppo diventata familiare alla popolazione campana. In risposta a questa situazione, il deputato Francesco Emilio Borrelli del partito Alleanza Verdi Sinistra è intervenuto per esprimere la sua opinione e sostenere le proteste dei bagnanti.

Borrelli ha sottolineato l’importanza di preservare il concetto di spiaggia libera, che dovrebbe garantire ai cittadini l’accesso gratuito a tutti i servizi essenziali, inclusi quelli come le docce pubbliche. Ha evidenziato che la richiesta di una tassa per l’uso delle docce può comportare costi significativi per le famiglie, specialmente considerando che molte famiglie usufruiscono di questo servizio. Ad esempio, per una famiglia che desidera fare una doccia in spiaggia, i costi si accumulerebbero rapidamente, arrivando a 4 o 5 euro per ogni doccia, rendendo la giornata al mare molto più costosa del previsto.

Borrelli ha poi fatto riferimento a un esempio positivo a Napoli, dove è stata installata una serie di docce pubbliche gratuite sulla spiaggia di Mappatella. Questa iniziativa, ottenuta anche grazie alle battaglie sostenute dal deputato e dalla sua fazione politica, ha dimostrato che è possibile offrire servizi essenziali senza richiedere un pagamento aggiuntivo ai cittadini.

Il deputato ha concluso il suo intervento chiedendo al comune di Forio di riconsiderare la decisione e di rendere nuovamente gratuite le docce sulla spiaggia di Citara, proprio come era stato fatto fino a un anno fa. Questo passo, secondo Borrelli, sarebbe in sintonia con le necessità delle famiglie che desiderano trascorrere una giornata al mare senza dover affrontare spese extra per servizi che dovrebbero essere garantiti a tutti senza ulteriori oneri finanziari.

In conclusione, la situazione delle docce a pagamento sulla spiaggia libera di Citara a Ischia ha scatenato un dibattito riguardante il concetto di spiaggia libera e l’accesso gratuito ai servizi essenziali. Le proteste dei bagnanti e l’intervento del deputato Borrelli hanno messo in luce le preoccupazioni della popolazione e l’importanza di garantire l’accessibilità senza restrizioni alle risorse pubbliche.

Vincenzo Esposito

Juve Stabia, Pagliuca: a Francavilla per fare il meglio possibile

Guido Pagliuca, allenatore della Juve Stabia, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza alla vigilia del match col Francavilla
Pubblicita

Ti potrebbe interessare