30.8 C
Castellammare di Stabia

Castellammare. Ex Casa del Fascio, i commissari: «Facciamo ripartire i lavori»

LEGGI ANCHE

CRONACA CAMPANIA – Siamo lieti di presentarvi un articolo dedicato agli sforzi dei commissari del Comune di Castellammare per far ripartire i lavori presso l’ex Casa del Fascio.

Castellammare. Ex Casa del Fascio, i commissari: «Facciamo ripartire i lavori»

Dopo anni di interruzione, questo progetto di ristrutturazione e trasformazione in biblioteca comunale è finalmente sulla buona strada. Esploreremo le sfide affrontate, gli ostacoli superati e i progressi compiuti per portare a termine questa importante opera culturale.

Sommario:
– Sette anni di arresto dei lavori
– La controversia tra il Comune e l’operatore economico
– I commissari al lavoro per trovare una soluzione
– Il cammino verso la ripresa dei lavori
– Implicazioni per la comunità di Castellammare
– Conclusioni

Riapertura lavori Casa del Fascio: I commissari al lavoro per la ripartenza

I commissari del Comune di Castellammare hanno annunciato il loro impegno per far ripartire i lavori presso l’ex Casa del Fascio. Dopo sette anni di arresto dei lavori per la realizzazione della biblioteca comunale, l’obiettivo principale è trovare un accordo tra il Comune e l’operatore economico responsabile dell’appalto, al fine di consentire la ripresa del cantiere.

– Sette anni di arresto dei lavori

La lunga pausa dei lavori è stata causata da una controversia sorta tra la ditta e il Comune riguardo ai Sal (Servizi Ambientali Locali). Nonostante un accordo preliminare raggiunto nell’autunno del 2019, il contenzioso è proseguito a causa di divergenze sulle questioni relative agli arredi. La ditta ha richiesto ulteriori sforzi da parte dell’ente comunale, portando la questione di nuovo in tribunale.

– La controversia tra il Comune e l’operatore economico

I commissari straordinari hanno assunto il compito di risolvere la complessa situazione e raggiungere un accordo condiviso per consentire la ripresa dei lavori. Questo consentirebbe di evitare la perdita di fondi e di impedire al Comune di doverli restituire. Dopo tanti anni di stallo, l’obiettivo è finalmente superare le difficoltà e riprendere i lavori di restyling dell’edificio.

– I commissari al lavoro per trovare una soluzione

La struttura della biblioteca comunale era stata completata all’80% prima della sospensione improvvisa. La situazione attuale dimostra l’importanza di superare le barriere e di trovare una soluzione definitiva per riportare in vita questo progetto culturale. L’ex Casa del Fascio si trova a due passi dal mare, e la sua trasformazione in biblioteca sarebbe un passo significativo per la comunità di Castellammare.

– Il cammino verso la ripresa dei lavori

I commissari straordinari sono fiduciosi che, attraverso negoziati e un dialogo costruttivo, sarà possibile risolvere il contenzioso in corso e far ripartire i lavori. La situazione complessa richiede un impegno congiunto e una volontà di trovare soluzioni che soddisfino entrambe le parti coinvolte.

– Implicazioni per la comunità di Castellammare

La ripresa dei lavori presso l’ex Casa del Fascio rappresenterebbe un passo avanti significativo per la comunità di Castellammare. La biblioteca comunale non solo fornirebbe un luogo di conoscenza e cultura, ma rappresenterebbe anche un simbolo di rinnovamento e sviluppo per la città.

In conclusione,

i commissari del Comune di Castellammare si sono impegnati a far ripartire i lavori presso l’ex Casa del Fascio, al fine di completare la biblioteca comunale. L’obiettivo principale è trovare un accordo condiviso tra il Comune e l’operatore economico responsabile dell’appalto, superando le barriere che hanno causato la sospensione dei lavori. Speriamo che questa nuova iniziativa porti alla ripresa dei lavori e all’apertura di una biblioteca che arricchirà la comunità di Castellammare


Juve Stabia: ritiro a Telese Terme con grandi ambizioni! L’accoglienza dell’amministrazione comunale

La Juve Stabia riceve un'accoglienza B...ellissima. Il Sindaco Giovanni Caporaso emozionato per la maglia ricevuta da Andrea Langella
Pubblicita

Ti potrebbe interessare