Il Napoli batte l’Ajax 4-2 e vola agli ottavi

Il Napoli torna agli ottavi dopo il 2020

Il Napoli dopo una settimana tornano in campo, al Maradona, contro l’Ajax. Spalletti rispetto alla sfida di settimana scorsa cambia solamente Rrahmani che è indisponibile per infortunio.

Napoli Ajax 4-2
Fonte: Twitter SSC Napoli

A Napoli come ad Amsterdam

Il Napoli riparte sulla falsa riga della partita di Amsterdam. Pronti via ed è già 1-0 con il dai e vai perfetto di Lozano che porta subito avanti gli azzurri.

L’Ajax prova subito a reagire e a mettere la testa fuori, al 13′ Kudus ha l’occasione più ghiotta per gli olandesi del primo tempo, a tu per tu con Meret ma il ghanese spara abbondantemente a lato.

3 minuti più tardi il Napoli punisce l’Ajax troppo scoperto, Kvaratskhelia, il più inspirato fino ad ora, pesca Raspadori in area di rigore; che aggancia perfettamente di destro e calcia di sinistro sul primo palo e sigla il 2-0.

Gli olandesi dopo il raddoppio azzurro, provano ad abbozzare una reazione ma i fantasmi della Cruijff Arena si fanno presenti e non riescono a rendersi pericolosi, anzi sono i partenopei a rendersi pericolosi con gli olandesi che riescono solamente a ripartire.

Sul finale di tempo Bergwjin viene servito ripartenza da calcio d’angolo, ma l’esterno si fa trovare in posizione irregolare. Questa la prima reazione dopo il 2-0 azzurro.

Napoli Ajax 4-2
Fonte: Twitter SSC Napoli

Conferma azzurra

Al rientro dagli spogliatoi, gli olandesi sono più in palla ed al 48′ trovano il gol che accorcia le distanze con Klaassen, lasciato solo in area; salta indisturbato e colpisce di testa. Meret riesce solamente a toccarla ma la palla era oramai in rete.

I partenopei si scuotono e tornano a palleggiare. Spalletti opera dei cambi, dentro Osimhen e Ndombelé, quest’ultimo subito decisivo procurandosi il calcio di rigore con un tiro deviato col braccio da Timber. Osimhen inizialmente prende il pallone per calciare il rigore che poi cede a Kvaratskhelia che non delude, calcia alto e potente alla destra di Pasveer che intuisce senza toccare la palla, ed è 3-1.

Gli azzurri tengono ben salda la partita col palleggio e diverse occasioni. All’83’ Brobbey cade in area portando con se Juan Jesus ma l’arbitro non vede bene la dinamica e fischia calcio di rigore che Bergwjin trasforma nello stesso modo del georgiano del Napoli. Anche il questo caso il portiere intuisce senza toccare la palla, quindi è 3-2.

L’Ajax, galvanizzato dalla rete che riaccorcia le distanze, aumenta il pressing e mette in difficoltà i partenopei. Lavoro completamente reso vano dall’esperto capitano Blind che in disimpegno verso Pasveer non si accorge dell’arrivo di Osimhen alle sue spalle, che ruba palla e sigla il gol che chiude la partita e la qualificazione facendo 4-2 segnando al rientro dall’infortunio.

I 5 minuti di recupero concessi dal direttore di gara non regalano ulteriori emozioni, gli uomini di Spalletti vincono e possono festeggiare la qualificazione agli ottavi con 2 giornate d’anticipo.

 

 

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Juve Stabia, al via la prevendita dei biglietti per il Messina

Juve Stabia, al via la prevendita dei biglietti per il match con l'ACR Messina: i prezzi e le modalità di acquisto