Inzaghi: “Come Inter siamo una grande squadra. Venire a Napoli e soffrire era calcolato”

Le parole del tecnico dell'Inter Simone Inzaghi che commenta nel posto partita su DAZN la sfida svolta contro il Napoli

LEGGI ANCHE

Inzaghi commenta nel post partita la sfida Napoli-Inter: “Lautaro-Thurma? Una super coppia”

Simone Inzaghi, allenatore dell’Inter, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di DAZN al termine della sfida giocata dai suoi nerazzurri contro il Napoli di Mazzarri conclusasi sul punteggio di 0-3. Di seguito le sue dichiarazioni.

Inzaghi: “Spero di recuperare i vari infortuni”

Inzaghi, come valuta questa partita?

“Nel primo tempo eravamo partiti bene. Avevo fatto pure gol con Thuram. Avevamo di fronte la squadra campione d’Italia ma noi siamo stati bravissimi. Sono davvero contento: ho abbracciato tutti. Avevamo bisogno di una prova così. Una volta trovato il 2-0 l’abbiamo chiusa. Siamo molto felici ma siamo solo alla 14esima giornata”.

Siete nel pieno della vostra maturità?

“Quella di oggi è stata una prova di insieme di squadra. Abbiamo perso De Vrij ma siamo stati in grado di rimpiazzarlo. Carlos Augusto non faceva il centrare da un anno e mezzo ma ha saputo rispondere prendere. Non volevo spostare Darmian perché doveva marcare Kvara, ma Carlos è stato bravissimo”.

Lautaro-Thuram che coppia è?

“Uno è più da area, l’altro invece gira più intorno. Lautaro sta facendo la storia del club, mentre Thuram è arrivato con tantissima fame. Deve continuare così, senza dimenticare che abbiamo ritrovato due attaccanti che possono darci una grande mano come hanno fatto mercoledì in Champions League”.

Cosa è mancato in quei quindici minuti del primo tempo?

“Bisogna considerare di venire a Napoli e soffrire qualcosina. Dovevamo alzarci ancora di più perché avevamo preparato la partita in un determinato modo. Più si tiene il Napoli lontano dall’area, meglio è e così è stato”.

Dove c’è il margine di crescita di questa squadra?

“In questo momento la squadra ha fatto 3 mesi e mezzo buonissimi e inaspettati. Cambiando 12-13 giocatori non è facile ma c’era la speranza. Nel calcio succede però di perdere giocatori, ma lì la squadra deve fare il salto di qualità. Può capitare anche di venire a Napoli e far fare il terzino a Carlos Augusto vista la necessità. La speranza è quella di cercare di metter dentro Bastoni, ma abbiamo ancora De Vrij e Dumfries e capire, in attesa chiaramente di Pavard”.

Ora l’Inter può ammazzare il campionato stile Napoli?

“Domani scriveranno che l’Inter non ha rivali, mentre mercoledì sul 3-0 a fine primo tempo erano già pronti a scrivere altro. Mi sento di ringraziare i tifosi che erano con noi e quei ragazzi che da Milano sarebbero venuti molto volentieri ma non sono potuti venire”.

Giuseppe Girgenti: la Juve Stabia non è lì per caso, competenza, professionalità e giusti acquisti

Giuseppe Girgenti, tifoso della Juve Stabia, ci racconta la sua impressione sulle vespe di quest’anno.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare