Givova Scafati di nuovo ko, Reggio vince al PalaBigi

I campani buttano al vento l’ultimo quarto e vengono sconfitti 78-70 dopo un overtime.

LEGGI ANCHE

I campani buttano al vento l’ultimo quarto e vengono sconfitti dopo un overtime al PalaBigi 78-70. Hanno la meglio i biancorossi, al termine di una sfida che può valere una grossa fetta di salvezza.

I vantaggi importanti, anche superiori alla doppia cifra, conquistati nel secondo ed ultimo periodo non sono bastati alla Givova Scafati per far suo lo scontro salvezza contro l’Unahotels Reggio Emilia. Al PalaBigi non sono neppure bastati i tempi regolamentari per stabilire la squadra vincitrice, che è riuscita ad imporsi 78-70, ribaltando così anche il passivo subito all’andata.

C’è grande rammarico per il risultato, soprattutto per non essere stati capaci (tra mille difficoltà, tra cui l’assenza per infortunio di Stone e le condizioni fisiche precarie di diversi componenti del roster) a gestire il vantaggio di 13 punti negli ultimi due minuti in cui il campo è stato solo dei padroni di casa, che invece hanno avuto il merito di crederci fino in fondo.

Nell’economia finale hanno pesato le troppe palle perse (ben 17) e le percentuali di tiro libero nettamente inferiore agli standard (59,1%). Il successo permette ai reggiani di raggiungere a quota 16 punti proprio la i gialloblu, alla stessa quota in cui sono posizionate altre due squadre: la Tezenis Verona e la Ge. Vi. Napoli. La strada per la salvezza in serie A è lunga e tortuosa ed ha ancora tanto da raccontare da qui alla fine della stagione regolare.

Givova Scafati, prima gioia per Sacripanti contro Trieste

UNAHOTELS REGGIO EMILIA vs GIVOVA SCAFATI: la cronaca del match

1° QUARTO

La gara inizia con ritmi bassi ed errori in fase realizzativa su entrambi i fronti del gioco. Ne esce penalizzato il punteggio, che si mantiene basso ed equilibrato (4-6 al 4’). La Givova cerca di indurre l’avversario a tirare subito, approfitta dei suoi errori e tenta un timido allungo (4-9 al 5’). Ma il vantaggio scafatese non dura molto, perché quando inizia la girandola delle sostituzioni sia da una parte che dall’altra, sono i locali (con Hopkins sugli scudi) a rifarsi sotto 10-11 al 7’. Poi però, complice una buona difesa, i viaggianti trovano canestri importanti da Okoye e Logan, chiudendo avanti 14-20 la prima frazione, nonostante diversi errori ai liberi (2 su 6).

2° QUARTO

Più che positivo è l’impatto dei gialloblu con la seconda frazione. Facendo girare la palla con ordine e cercando soluzioni di tiro aperto, la Givova costruisce un parziale di 3-8 (bene Okoye e Imbrò dalla lunga distanza), che porta il vantaggio in doppia cifra (17-28 al 13’). Coach Sakota è costretto a chiamare time-out. I suoi uomini ci mettono un po’, ma poi, guidati da Cinciarini, iniziano a stringere le maglie difensive e ad attaccare il ferro con maggiore lucidità, riuscendo  così a ridurre le distanze (27-31 al 17’, con un parziale di 9-0), complice qualche errore di troppo degli avversari, che improvvisamente smettono di giocare. Negli ultimi minuti i viaggianti però rinsaviscono e riprendono a macinare gioco e punti (bene Rossato), contenendo gli avversari e raggiungendo l’intervallo avanti 28-36.

3° QUARTO

Alla ripresa delle ostilità ci provano Olisevicius e Cinciarini a caricarsi il peso dell’intero attacco di casa, piazzando un break di 9-0 e ribaltando il risultato (37-36 al 25’), mentre gli avversari smarriscono totalmente la via del canestro. La gara è praticamente riaperta. In questo frangente, il cesto appare stregato, ogni tentativo dei campani si infrange contro il ferro. La sfida sale di intensità e spettacolarità, scorrendo via equilibrata (41-40 al 27’), fino a quando non salgono in cattedra Krampelj e Logan (41-46 al 29’ con parziale di 0-6). Il terzo periodo si chiude con gli ospiti avanti 45-51 grazie ai centri di Imbrò e Logan.

4° QUARTO

Sempre Krampelj e Logan sono gli autori dei primi due canestri dell’ultima frazione, che insieme a De Laurentiis, chiudono un parziale di 0-12 a cavallo tra i periodi (45-58 al 33’), che conduce la Givova al +13 (massimo vantaggio). La Unahotels però non si arrende, si affida ad Anim e accorcia le distanze (50-58 al 34’). Sale in cattedra Olisevicius che, con due triple di fila, infiamma il PalaBigi (56-60 al 37’), che continua a credere nella rimonta. Un canestro di Cinciarini da sotto riduce ulteriormente le distanze (58-61 al 39’), mentre un minuto più tardi lo stesso Olisevicius chiude un gioco da tre punti, che vale la parità 63-63 e porta la sfida al supplementare.

OVERTIME

L’equilibrio caratterizza anche i primi minuti dell’over time (67-68 al 43’) di una sfida che permane entusiasmante ed avvincente. Al 44’ il punteggio è ancora in parità 70-70. Reuvers è l’uomo in più dei biancorossi, colui che mette a segno i centri del 74-70 a 35’’ dalla fine, chiudendo anzitempo la sfida, il cui punteggio finale di 78-70 premia il lavoro degli emiliani.

TABELLINO

UNAHOTELS REGGIO EMILIA 78 – 70 GIVOVA SCAFATI (dopo 1 t.s.)

UNAHOTELS REGGIO EMILIA: Anim 7, Reuvers 15, Hopkins 8, Cipolla n. e., Strautins 6, Vitali, Stefanini n. e., Cinciarini 18, Lee, Senglin 4, Olisevicus 14, Diouf 6. Allenatore: Sakota Diouf. Assistenti Allenatori: Fucà Federico, Esposito Marco.

GIVOVA SCAFATI: Okoye 7, Imade n. e., Mian, Krampelj 4, Hannah 8, Pinkins 4, De Laurentiis 4, Rossato 7, Imbrò 7, Thompson 11, Tchintcharauli n. e., Logan 18. Allenatore: Sacripanti Stefano. Assistenti Allenatori: Ciarpella Marco, Mazzalupi Emanuele.

ARBITRI: Paternicò Carmelo di Piazza Armerina (En), Bartoli Mark di Trieste, Capotorto Gianluca di Palestrina (Rm)

NOTE: Parziali: 14-20; 14-16; 17-15; 18-12; 15-7. Falli: Reggio Emilia 20; Scafati 25. Usciti per cinque falli: Hannah. Tiri dal campo: Reggio Emilia 21/57 (36,8%); Scafati 23/63 (36,5%). Tiri da due: Reggio Emilia 13/35 (37,1%); Scafati 12/27 (44,4%). Tiri da tre: Reggio Emilia 8/22 (36,4%); Scafati 11/36 (30,6%). Tiri liberi: Reggio Emilia 28/36 (77,8%); Scafati 13/22 (59,1%). Rimbalzi: Reggio Emilia 41 (9 off.; 32 dif.); Scafati 37 (10 off.; 27 dif.). Assist: Reggio Emilia 18; Scafati 10. Palle perse: Reggio Emilia 14; Scafati 17. Palle recuperate: Reggio Emilia 13; Scafati 7. Stoppate: Reggio Emilia 4; Scafati 5.

Editoriale, il Napoli sbatte contro il Frosinone e dice addio alla grande Europa: è solo 2-2 contro i ciociari al Maradona

La nostra analisi al termine di Napoli - Frosinone terminata con l'ennesima delusione di questo campionato!
Pubblicita

Ti potrebbe interessare