Strategie Anti Truffe agli Anziani: Consigli dei Carabinieri a Napoli

LEGGI ANCHE

Visite : 26

Carabinieri a Napoli sensibilizzano su truffe agli anziani. Consigli utili e incontri diretti per prevenire e affrontare pratiche fraudolente.

NAPOLI E PROVINCIA: Strategie Antitruffa per gli Anziani – Incontro a Ercolano con i Carabinieri

La battaglia contro le truffe nei confronti degli anziani continua ad essere una priorità per il Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli, che prosegue con la sua campagna di sensibilizzazione. L’obiettivo principale è quello di diffondere consapevolezza e informazioni utili per proteggere gli anziani dalle pratiche fraudolente.

Questo programma di sensibilizzazione adotta diverse tattiche, dalle brochure informative ai poster esplicativi fino agli incontri diretti con gli anziani e i loro familiari. L’evento tenutosi ieri pomeriggio a Ercolano, presso la Parrocchia della Chiesa della Salute, ha visto la partecipazione attiva di circa 30 persone di età compresa tra i 65 e i 75 anni, grazie alla collaborazione preziosa del parroco Don Francesco Rinaldo e del decano Don Giorgio Pisano.

Durante l’incontro, il Maggiore Francesca Ruberto, Comandante della Compagnia Carabinieri di Torre del Greco, insieme al Luogotenente Francesco Russo, ha evidenziato l’importanza della prontezza di reazione di fronte alle situazioni sospette. “La prevenzione è la chiave nella lotta contro le truffe”, ha affermato l’Ufficiale, “e siamo qui per equipaggiare gli anziani con gli strumenti necessari per difendersi.” Sono stati discussi i trucchi più comuni utilizzati dai truffatori, come quelli del finto carabiniere o del finto avvocato.

Grazie alla partecipazione attiva dei presenti, stimolati anche dal vice parroco Ferdinando Silvestri, sono emersi spunti di discussione e sono stati affrontati diversi temi, dal riconoscimento dei truffatori all’identificazione dei veri rappresentanti delle forze dell’ordine. È stato fortemente consigliato di verificare sempre l’identità delle persone sospette e di evitare di fornire informazioni personali o di effettuare pagamenti anticipati.

Il Maggiore Ruberto ha sottolineato l’impegno dei Carabinieri nel proteggere i cittadini e ha ribadito i consigli fondamentali per evitare di cadere nelle trappole dei truffatori:

1. Siate diffidenti: Mantenete sempre un atteggiamento di sana diffidenza nei confronti di sconosciuti che cercano di coinvolgervi in offerte o richieste insolite.
2. Non fornite informazioni personali: Non condividete mai informazioni personali, finanziarie o sensibili con estranei al telefono, via email o di persona, a meno che voi non abbiate la certezza della loro legittimità.
3. Verificate l’identità degli interlocutori: Se ricevete una chiamata o una visita da qualcuno che si presenta come rappresentante di un’azienda o un ente, richiedete sempre una verifica dell’identità, come un distintivo o un numero di riferimento.
4. Non effettuate pagamenti anticipati: State attenti alle richieste di pagamenti anticipati per servizi o prodotti, specialmente se vi vengono offerti sconti o promozioni eccezionali.
5. Consultate persone fidate: Prima di prendere decisioni importanti, come sottoscrivere contratti o effettuare pagamenti significativi, consultate familiari, amici di fiducia o professionisti che possono offrirvi un parere obiettivo.
6. Segnalate le truffe: Se sospettate di essere vittime di una truffa o avete ricevuto una chiamata sospetta, rivolgetevi immediatamente alla stazione Carabinieri più vicina o al 112, per evitare che altri possano essere ingannati.
7. Mantenete il controllo delle vostre finanze: Tenete sotto controllo i vostri conti bancari, le carte di credito e le transazioni finanziarie regolarmente. Segnalate immediatamente eventuali attività sospette alle banche o alle autorità competenti.
8. Mantenetevi informati: Aggiornatevi sulle tipologie di truffe più comuni e sulle modalità con cui i truffatori cercano di ingannare le persone anziane. In questo modo sarete più preparati a riconoscere e a evitare potenziali truffe.

Questi consigli, se seguiti attentamente, possono contribuire significativamente alla protezione degli anziani dalle truffe e dalle pratiche fraudolente.


Langella Juve Stabia: in Campania secondi solo al Napoli

Andrea Langella, Presidente della Juve Stabia, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni nel corso della trasmissione "Il Pungiglione Stabiese"
Pubblicita

Ti potrebbe interessare