Migranti dall’Italia all’Albania: Costi e Inquietudini sull’Accordo

LEGGI ANCHE

Visite : 11

Il governo italiano ha siglato un accordo per inviare migranti dall’Italia all’Albania, ma i costi sono in aumento e sorgono dubbi sulla capacità albanese di gestire la situazione, data l’influenza della mafia locale.

Il Piano di Smistamento Migranti migranti dall’Italia all’Albania Costi Fuori Controllo e Impatti Sospetti

Il governo Meloni ha recentemente annunciato un accordo per indirizzare parte dei migranti che cercano di raggiungere l’Italia attraverso il Mediterraneo verso l’Albania. Questa decisione ha avviato la realizzazione di due centri di accoglienza, progettati per ospitare fino a 36.000 richiedenti asilo all’anno, secondo le stime della presidente del Consiglio.

Tuttavia, un’indagine condotta da Report ha rivelato che i costi del progetto sono già sfuggiti al controllo.

Inizialmente preventivati in 650 milioni di euro per un periodo di 5 anni, si teme che la spesa complessiva possa superare il miliardo di euro. Inoltre, le previsioni del governo riguardanti il numero di migranti potrebbero essere eccessivamente ottimistiche.

Questa situazione solleva interrogativi su chi trarrà effettivi benefici dall’accordo.

Report ha evidenziato alcuni aspetti preoccupanti riguardanti l’Albania, definita da molti osservatori internazionali come un “Narcostato” a causa dell’influenza significativa dei cartelli della mafia albanese sulle attività del governo.

Questi cartelli hanno visto una crescente espansione negli ultimi anni, sotto la sorveglianza anche delle autorità italiane. Pertanto, sorge la domanda se l’Albania sia effettivamente in grado di gestire in modo efficace e sicuro l’accoglienza e la successiva redistribuzione dei migranti verso l’Italia.


Virtus Stabia, Mario Guida: Mente e Cuore per la finalissima con il Cimitile

Mario Guida, direttore dell'area tecnica della Virtus Stabia, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni a due giorni dalla finale col Cimitile
Pubblicita

Ti potrebbe interessare