Mafia, Droga, Microcriminalità, 3 Bubboni Difficili Da Estirpare (Lo Piano – Saint Red)

Mafia, droga, microcriminalità, sono 3 bubboni sociali difficili da estirpare, rappresentano per la nostra Comunità, delle vere e proprie piaghe sociali.

Mafia, droga, microcriminalità, sono 3 bubboni sociali difficili da estirpare, rappresentano per la nostra Comunità, delle vere e proprie piaghe sociali.

3 Bubboni Difficili Da Estirpare. Lo Piano – Saint Red

Di queste 3 componenti, in pole position vi è il secolare bubbone della mafia, in seconda battuta quello della droga, in terza sta prendendo piede una microcriminalità composta da agguerrite bande di baby gang.

Quest’ultime hanno dimostrato di essere capaci di “operare in perfetta sincronia delinquenziale” per portare a termine ogni tipo di reati, dal più efferato, a quelli di minore valenza. Se una volta si parlava di gioventù bruciata, oggi è stata superata di gran lunga quella pericolosità sociale.

In tante Città, capoluoghi di provincia, a finire nei piccoli paesi, si sono registrati numerosi casi di microcriminalità, trattasi di rapine, risse, episodi di bullismo, scippi, furti, danneggiamenti che hanno visto coinvolte giovanissime bande criminali.

I giornali sia di tiratura nazionale che regionale, hanno parlato a lungo per le decine e decine di casi di violenze registratesi sul nostro territorio nazionale.

Nei soggetti coinvolti in questi tipi di reati, la loro età nella maggior parte dei casi è compresa tra gli 11 ed i 16 anni, un bel lavoro per il Tribunale dei minori.

Se in queste bande minorili vi è un adulto non interviene il Tribunale dei minori, ma quello penale.

Per i minorenni, anche se coinvolti in azioni criminali di tutto “rispetto” difficilmente si apriranno le porte del carcere, i giudici sperano sempre in un recupero, ma nella maggior parte dei casi sarà quanto mai improbabile, vista la loro “giovanile” caratura criminale.

L’aspetto più sconvolgente di questi tristi fatti di cronaca, è che tanti microcriminali, dopo il loro fermo giudiziario, non hanno avuto pentimenti, crisi di pianto, osteggiano un atteggiano da duri, forse non si rendono conto delle gravità delle loro azioni.

C’è da domandarsi : 

Criminali si nasce? o si diventa?, certamente il tessuto sociale dove si vive ha una parte fondamentale nello sviluppo mentale di tanti giovanissimi.

In questo contesto di degrado sociale la malavita fa leva sulla mancanza di lavoro offrendo alle “nuove leve”  un facile guadagno che presto diverrà un trampolino di lancio per entrare nelle sfere delinquenziali.

Ognuno si aspetta che quest’andazzo possa cambiare, ma alla luce dei fatti esposti, per la nostra Società ci aspettano tempi ancora più bui, non si tratta di essere delle Cassandre, ma solo realisti, nulla di più.

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


ULTIME NOTIZIE