Il commissario antiracket Nicolò a Palermo per ricordare Libero Grassi

Il commissario antiracket Maria Grazia Nicolò a Palermo per ricordare Libero Grassi:  Il sacrificio dell'imprenditore svolta per il contrasto al racket di pizzo e usura. #grassi #liberograssi #nicolò #palermo #29agosto

Il commissario antiracket Maria Grazia Nicolò a Palermo per ricordare Libero Grassi:  Il sacrificio dell’imprenditore svolta per il contrasto al racket di pizzo e usura. #grassi #liberograssi #nicolò #palermo #29agosto

Il commissario antiracket Nicolò a Palermo per ricordare Libero Grassi

Il commissario antiracket Nicolò a Palermo per ricordare Libero Grassi (foto dal ministero)«Lo Stato c’è ma deve arrivare un messaggio forte e cioè che i ricatti da parte della criminalità organizzata vanno denunciati immediatamente perché adesso la consapevolezza è diversa e noi siamo pronti a sostenere le vittime del pizzo e dell’usura».

È l’invito del commissario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, Maria Grazia Nicolò, che oggi, 29 agosto, sarà a Palermo per prendere parte alle manifestazioni in memoria di Libero Grassi, l’imprenditore ucciso a colpi di pistola 31 anni fa da Cosa Nostra dopo essersi rifiutato di scendere a patti con gli estrattori del pizzo.

In un’intervista rilasciata al giornale la Gazzetta del Sud di Messina, il commissario del Governo ha dichiarato: «Il sacrificio di Grassi ha determinato il vero punto di svolta al contrasto al racket del pizzo e dell’usura. Dopo il suo omicidio, sono state create nuove leggi ed è nato un mondo di associazionismo molto importante».

Riferendosi poi alla situazione attuale, il prefetto Nicolò ha sottolineato l’importanza e la necessità di organizzare incontri e dibattiti per sensibilizzare il pubblico sul tema, attraverso un’ampia collaborazione tra le istituzioni a tutti i livelli, la società civile, il sistema creditizio e le forze dell’ordine.

«Le risorse pubbliche ci sono – ha aggiunto – così come la disponibilità ad accompagnare aziende e professionisti colpiti dal racket verso le scelte di legalità affrancandosi dalla criminalità organizzata».

Rispetto ai risarcimenti, infine, il Commissario ha specificato che in Sicilia, dal 2020 ad oggi, sono state erogate somme per oltre 16 milioni di euro nei confronti di 131 vittime, 85 per estorsione e 46 per usura, circa un terzo delle quali nella provincia di Palermo.

Il commissario antiracket Nicolò a Palermo per ricordare Libero Grassi / Cronaca

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIME NOTIZIE

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV