Strage Fidene, Campiti rinviato a giudizio: processo al via il 5 febbraio

LEGGI ANCHE

(Adnkronos) – Rinviato a giudizio Claudio Campiti, l’uomo che lo scorso undici dicembre ha aperto il fuoco durante una riunione del consorzio Valleverde in un gazebo di via Monte Gilberto, a Fidene, uccidendo quattro donne: Nicoletta Golisano, Elisabetta Silenzi, Sabina Sperandio e Fabiana De Angelis. Lo ha deciso il gup Roberto Saulino fissando il processo per il 5 febbraio davanti alla Prima Corte d’Assise di Roma. Nell’inchiesta del pm Giovanni Musarò, dopo le indagini dei carabinieri del Nucleo investigativo, a Campiti vengono contestate le accuse di omicidio aggravato dalla premeditazione e dai futili motivi, di tentato omicidio di altre cinque persone sedute al tavolo del consiglio di amministrazione del consorzio e di lesioni personali derivate dal trauma psicologico subito dai sopravvissuti. Nel procedimento il ministero dell’Interno, quello della Difesa e il Poligono di Tiro saranno responsabili civili. La chiamata in causa dei ministeri e del Poligono era stata richiesta nelle scorse udienze dalle parti civili, familiari e amici delle vittime, sottolineando come la sottrazione dell’arma dal poligono di Tor di Quinto non fosse il primo caso avvenuto e che quindi addetti e vertici del poligono e i ministeri della Difesa e degli Interni si sarebbero dovuti attivare. —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Arrestato Catello Martino: Esecutore dell’omicidio Fontana legato al clan D’Alessandro

Arrestato Catello Martino, affiliato clan D'Alessandro, accusato dell'omicidio di Alfonso Fontana a Castellammare.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare