25.7 C
Castellammare di Stabia
giovedì, Agosto 18, 2022

Sequestrato un patrimonio di oltre 12 milioni di euro ad un pluripregiudicato

La GdF di Bologna ha sequestrato il patrimonio ad un 65enne di Misterbianco (CT) residente a Imola (BO), gravato da numerosi precedenti

I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bologna hanno eseguito un provvedimento di sequestro di prevenzione di un patrimonio per oltre 12 milioni di euro riconducibile a Salvatore Randone, 65 anni, originario di Misterbianco (CT) e a lungo residente a Imola (BO), gravato da numerosi precedenti penali per reati commessi in Emilia Romagna e nel Centro-sud Italia.

Il provvedimento emesso su proposta della Procura della Repubblica – D.D.A. di Bologna, Pm Marco Forte, ha riguardato beni mobili e immobili, rapporti finanziari e partecipazioni riconducibili al proposto e ai suoi familiari.

Quella del 65enne sarebbe una carriera criminale con denunce, arresti e condanne per gravi reati come il traffico di stupefacenti, minaccia, mancato rispetto della disciplina sull’immigrazione, estorsione e usura, nonché per violazioni tributarie.

Nel 2013 è stato inoltre arrestato quale mandante di un tentato omicidio aggravato verificatosi a Faenza nel 2009, commesso in concorso con pregiudicati affiliati a una nota cosca siciliana.

Con i proventi delle attività delittuose, a fronte di redditi modesti, Il Randone ha realizzato, per il tramite dei familiari, un vero e proprio impero economico costituito da numerosi immobili, anche di pregio, ora sottoposti a sequestro.

Molti dei beni che gli sono stati sequestrati erano intestati alla moglie e ai figli, ma le indagini condotte dal nucleo di polizia economico-finanziaria di Bologna hanno permesso di ricostruire il quadro patrimoniale riconducibile all’uomo, costituito prevalentemente da immobili di lusso in Sicilia e da un appartamento da 200.000 euro nei dintorni di Imola.

NOTA

L’attività conferma l’attenzione che le Fiamme Gialle ripongono sempre nella tutela dell’economia legale con l’obiettivo di aggredire i patrimoni illecitamente accumulati.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

Vivi Radio

Ultime Notizie

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Da leggere

Cambia Impostazioni della Privacy