33.8 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

sabato, Luglio 2, 2022

La Puglia accoglierà i cittadini campani in caso di eruzione del Vesuvio

Da leggere

Redazionehttps://vivicentro.it
Siamo la redazione. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!
La Puglia accoglierà i cittadini campani in caso di eruzione del Vesuvio

Sarà la Puglia ad accogliere i cittadini campani nel caso ci fosse un’eruzione del Vesuvio. Questa potrebbe essere solo una possibilità, eppure l’annuncio è partito proprio dal vicepresidente della Regione Puglia, Antonio Nunziante, nell’ambito della presentazione del raduno nazionale di protezione civile che si terrà a San Giovanni Rotondo, a partire da domani, fino al 16 giugno.

Così ha parlato Nunziante: «Il 19 giugno  sottoscriveremo a Napoli un protocollo per il gemellaggio con la Regione Campania che prevede l’accoglienza post-evacuazione delle aree a rischio vulcanico. In caso di eruzione del Vesuvio, cioè, nelle regioni limitrofe e in particolare in Puglia c’è un progetto per accogliere gli sfollati di quei territori».

Per far fronte ai rischi connessi a un’eruzione del Vesuvio è stato redatto un piano nazionale d’emergenza che individua zone a diversa pericolosità, prevedendo azioni di soccorso e piani di evacuazione. La cosiddetta Zona rossa, esposta a maggior rischio da eruzione, si estende per circa 200 km². La nuova zona rossa è stata ampliata, rispetto a quella prevista nel Piano del 2001, comprendendo i territori di 24 comuni e tre quartieri del comune di Napoli. Oltre ai 18 indicati già in zona rossa (Boscoreale, Boscotrecase, Cercola, Ercolano, Massa di Somma, Ottaviano, Pollena Trocchia, Pompei, Portici, Sant’Anastasia, San Giorgio a Cremano, San Sebastiano al Vesuvio, San Giuseppe Vesuviano, Somma Vesuviana, Terzigno, Torre Annunziata, Torre del Greco, Trecase), saranno ricompresi i quartieri di Barra, Ponticelli e San Giovanni a Teduccio del Comune di Napoli, i Comuni di Nola, Palma Campania, Poggiomarino, San Gennaro Vesuviano e Scafati, e l’enclave di Pomigliano d’Arco nel Comune di Sant’Anastasia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy