Juve Stabia-AZ Picerno, Rileggi LIVE 3-2

LEGGI ANCHE

Juve Stabia-AZ Picerno, il live testuale del match in diretta dallo stadio “Romeo Menti”.

Juve Stabia-AZ Picerno, ultimo atto del Girone C di Lega Pro, sarà un vero e proprio gran galà con le Vespe premiate al termine del match con la consegna della Coppa. Sarà quindi l’occasione per tributare tanti applausi alla squadra gialloblè che ha dominato incredibilmente il campionato dalla prima all’ultima giornata ma anche per ringraziare la squadra lucana, che ha offerto un grande calcio nel corso dell’anno, e che omaggerà le Vespe con una maglia celebrativa all’ingresso delle squadre in campo.

I temi di Juve Stabia-AZ Picerno.

La Juve Stabia arriva al match col Picerno dopo un’altra settimana di festeggiamenti ma Pagliuca assicura che in campo sarà gara tosta contro un avversario che è stato il vero antagonista nel corso di tutto il girone di andata salvo poi iniziare la parabola discendente proprio dopo essere stato sconfitto in casa 0-2 nell’ultima gara dell’anno solare.

Sarà l’occasione ancora una volta per un ampio turnover in ottica Supercoppa che è il vero obiettivo di fine stagione delle Vespe.

Previsto il sold-out al Menti con una grande cornice di pubblico che saluterà la squadra in attesa della Supercoppa.

Il Picerno.

Il Picerno di mister Longo ha espresso un gran gioco nel corso dell’anno con un’ottima costruzione dal basso che potrà diventare un’arma in più nei prossimi playoff. Inoltre la squadra lucana è quella che ha introitato di più nel Girone C (433.534,95 euro) per ciò che concerne il minutaggio degli Under e molti sono stati i giovani che si sono messi in mostra nel corso del campionato di sicura prospettiva futura.

Il tecnico si affiderà al consueto 4-2-3-1 anche se probabilmente con un ampio turnover per prepararsi al meglio alla prossima appendice dei playoff che vedranno il Picerno partecipare in virtù dal sesto posto in campionato che in qualsiasi caso non cambierà dopo il match del “Romeo Menti”.

Il direttore di gara di Juve Stabia-AZ Picerno.

Sarà il sig. Francesco Burlando della sezione AIA di Genova a dirigere il match Juve Stabia – Picerno valevole per la 19^ giornata di ritorno del Campionato di Serie C girone C 2023 – 2024, in programma sabato 27 aprile 2024 allo stadio Romeo Menti di Castellammare di Stabia con inizio alle ore 18,30.

Il sig. Burlando sarà coadiuvato dal sig. Tommaso Mambelli della sezione AIA di Cesena e dal sig. Angelo Tomasi della sezione AIA di Lecce, il IV° ufficiale sarà il sig. Paolo Redolfo Benestante della sezione AIA di Aprilia.

Le formazioni ufficiali.

JUVE STABIA (4-3-1-2): Thiam (36° s.t. Signorini); Andreoni, Folino (36° s.t. Stanga), Bellich, Mignanelli; Buglio, Leone, Meli; Mosti (48° s.t. La Rosa); Candellone (26° s.t. Piovanello), Adorante (48° s.t. Garau). 

A disposizione: Signorini, La Rosa, Romeo, Pierobon, Piscopo, Baldi, Guarracino, Garau, Gerbo, D’Amore, Erradi, Picardi, Marranzino, Stanga, Piovanello.

Allenatore: sig. Guido Pagliuca.

AZ PICERNO (4-2-3-1): Merelli; Novella, Gilli (15° s.t. Biasiol), Allegretto, Pagliai (24° s.t. Savarese); Gallo, Graziani; D’Agostino, Esposito, Maiorino (24° s.t. Petito); Murano (15° Santarcangelo).

A disposizione: Esposito, Summa, Pitarresi, Ceccarelli, Santarcangelo, Ciko, Petito, Albertini, Biasiol, Guerra, Savarese.

Allenatore: sig. Emilio Longo.

Angoli: 3-4

Ammoniti: 27° Gilli (P), 18° s.t. Allegretto (P), 40° s.t. Gallo (P)

Espulsi:

Note: Spettatori 8.000 circa. Concesso un minuto di recupero nel primo tempo.

Primo tempo live Juve Stabia-AZ Picerno.

Picerno subito in vantaggio con Murano: passaggio di Pagliai in area dalla sinistra e diagonale di Murano che segna abbastanza indisturbato. 

18° Meli falciato in area ma per il direttore di gara incredibilmente è tutto regolare.

21° Azione pericolosa della Juve Stabia: va al tiro meli tra i più attivi sotto misura ma para Merelli, sulla ribattuta rovesciata di Adorante su cui non arriva per poco di testa Adorante.

25° Colpo di testa di Esposito su cross proveniente dalla destra e grande parata di Thiam.

27° Ammonito Gilli per un fallo su meli al limite dell’area di rigore.

28° GGGOOLLLLLLL DELLA JUVE STABIA: Punizione battuta magistralmente che segna di sinistro sul palo lontano nonostante il tentativo di deviazione del portiere Merelli. 

33° Thiam ancora decisivo: gran tiro di Graziani dopo aver saltato Folino e grande parata di Thiam.

34° Cross di Andreoni dalla destra e colpo di testa di Andreoni di poco alto sulla traversa.

37° GGGOOOOOLLLLL DELLA JUVE STABIA: sponda di Adorante e grandissimo gol di Marco Bellich che di esterno sinistro indovina una parabola imprendibile per Merelli. 

46° Grande parata di Thiam su tiro-cross di Niovella dalla destra che per poco non beffa il por4tiere della Juve Stabia che salva in calcio d’angolo.

46° Finisce il primo tempo con le Vespe in vantaggio per 2-1 per effetto delle reti siglate da Mignanelli e Bellich, entrambi di pregevole fattura. Juve Stabia ancora una volta dominante soprattutto nella seconda parte della prima frazione di gioco. E risultato che rispecchia fedelmente quanto visto in campo finora.

Secondo tempo live Juve Stabia-AZ Picerno.

1° Juve Stabia subito pericolosa: diagonale di Mosti e palla messa in angolo da Merelli.

GGGGGOOLLLLLLL DELLA JUVE STABIA: ancora Bellich in una sua incursione in area dopo angolo battuto da Leone e colpo di testa di Adorante, parato in un primo momento da Merelli, porta le Vespe sul 3-1. 

7° Ancora Juve Stabia pericolosa: Mosti va al tiro, para Merelli a terra.

12° Gol di D’Agostino che beffa Thiam con un tiro sul suo primo palo dopo aver saltato un paio di avversari. 

18° Ammonito Allegretto per un fallaccio a centrocampo su Mosti.

50° Finisce con la vittoria delle Vespe l’ultimo atto del campionato. Juve Stabia che viene premiata dal presidente della Lega, Matteo Marani. E’ il tripudio finale di una stagione che passerà alla storia per le Vespe.

 

 

 

 


Juve Stabia TV


Juve Stabia Langella premiato a San Giuseppe Vesuviano

Juve Stabia, premiato il presidente Andrea Langella presso il comune della sua città, San Giuseppe Vesuviano, per la promozione in Serie B
Pubblicita

Ti potrebbe interessare