Campania Napoli Insigne italia foto free instagram

Insigne: “Il campo mi manca, ma ci stiamo allenando duro. Mia moglie mi sta sopportando”

Insigne: “Il campo mi manca, ma ci stiamo allenando duro. Ora stiamo di più con le nostre famiglie e ce le godiamo, mia moglie mi sta sopportando

Il capitano del Napoli, Lorenzo Insigne, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole:
Barba lunga? Mi è sempre cresciuta velocemente (ride ndr.). Ora la cosa importante è risolvere questi problemi presto, poi penseremo a tagliare la barba.
Come è cambiata la tua quotidianità? Per noi è un grande cambiamento: prima eravamo sempre in viaggio tra club e nazionale, a casa potevamo stare per poco tempo. Ora ci godiamo le nostre famiglie. Mia moglie mi sta sopportando…scherzo!
Il campo mi manca tanto, gli allenamenti, le partite…ora la mancanza di tutto questo si fa sentire. Ci stiamo allenando duro anche a casa. Siamo sempre in contatto col mister e col suo staff, ci mandano il programma d’allenamento. Siamo professionisti, è giusto che ci alleniamo per star bene fisicamente. Ci sentiamo tra di noi? Sì, sento gli altri su Whatsapp, ho fatto qualche chiamata con Mario Rui, Callejon e Mertens. Ormai sul gruppo whatsapp si parla solo di barbe e capelli. Probabilmente sono quello messo peggio (ride ndr.).
Il rapporto con Gattuso? Da quando è arrivato mi ha sempre fatto sentire importante, è stato molto chiaro con me. Ha un carattere forte, ma lo conoscete tutti anche da calciatore. In campo ci chiede massima concentrazione, poi prima e dopo scherza e ride. Ha vinto tanto in carriera, ascoltarlo ci fa piacere e ci arricchisce. Con lui ci sentiamo quasi tutti i giorni attraverso le videochiamate, abbiamo un buon rapporto. Parliamo di famiglie, del Coronavirus…non parliamo solo di calcio. Mi fa piacere che mi chiama.
Rammarico per gli Europei? Quest’anno avremmo potuto fare grandi cose, abbiamo una squadra forte. Ma come ha detto Mancini, possiamo vincerlo anche l’anno prossimo. C’è un grande gruppo. Il rinvio ci darà una mano a recuperare gli infortunati”.