Ferdinando Elefante: Juve Stabia 1907 è un brand da consolidare ed in via di sviluppo

LEGGI ANCHE

Ferdinando Elefante, direttore generale della Juve Stabia, è intervenuto nel corso del programma “Juve Stabia Live Talk Show” che va in onda ogni giovedì dalle ore 20:30 sui canali social ViViCentro.

Le dichiarazioni di Ferdinando Elefante, D.G. della Juve Stabia, rilasciate durante la diciannovesima puntata del nostro talk show sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it:

”Durante un campionato, bello come questo, anche come società e staff tecnico, ci portiamo a casa le prestazioni, al di là del risultato.

In questo 2024 posso dire che con il Monterosi c’è stato un momento di relax in cui abbiamo pagato dazio mentre con il Giugliano oltre a nostre responsabilità c’è stato qualche errore di troppo del direttore di gara. Quando una squadra gioca e non arriva il goal è comunque un risultato positivo.

Sabato abbiamo appurato, con le giocate e con il piglio, perché la Juve Stabia sta meritando l’attuale posizione di classifica.

Non abbiamo mai “rubato” sportivamente parlando una partita.

Ringrazio il Presidente Santoro della Virtus Stabia che si dimostra disponibile sempre in tanti interessi. La cittadella dello sport a Castellammare, che è una sua idea, sarebbe una gran cosa. Sono disponibile a sedermi con lui per discutere in merito a questa opportunità.

Gli obiettivi per il futuro

Quando la Juve Stabia mi ha chiamato per elevare il brand, portarla dove merita, cercare nuove infrastrutture, sono stato molto felice. Sono sicuro che il Presidente Langella avrà piacere di sedersi con chiunque abbia intenzione di far crescere la società.

Le infrastrutture sono necessarie per lavorare senza orari e dare il giusto merito a tanti giovani. La proprietà e la dirigenza tutta sarà disponibile ad un qualsiasi incontro con lo scopo di sviluppare idee a favore della cittadinanza.

Sulla possibilità di rilevare la gestione dello stadio posso solo dire che sarebbe l’apoteosi. 

Il segreto della Juve Stabia è rappresentato da Sebastiano, zio Vincenzo, Pino Di Maio, Pagliuca, Lovisa, Giovanni Savastano, tutti i calciatori che sono in panchina. Il successo è di tutte le componenti. Senza componenti, ognuno nel proprio posto, dove e quando, il successo non arriva.  La Juve Stabia ha creato un’energia positiva, esiste la legge di gravità e quella di attrazione: penso positivo e di conseguenza arriva qualcosa di positivo. Ognuno deve recitare la propria parte!”

Elefante conclude:

“L’amministratore unico Polcino ed il Presidente hanno voluto che si aggiungesse nell’organigramma un’altra figura con il ruolo di Vice Presidente, una figura di alto spessore (come Fabio De Lillo n.d.a.), che può far crescere ancora il brand Juve Stabia 1907.

Molte realtà imprenditoriali si avvicinano quando c’è chiarezza e trasparenza. Già attualmente poter lottare e stare ai vertici con capoluoghi di provincia è un gran successo. Il Presidente Langella ha aperto le porte a chi vuole far crescere la Juve Stabia.

Attualmente, quando ci incontrano e ci accolgono, lo fanno con un sorriso in più perchè il risultato sportivo è un motivo in più è il nostro biglietto da visita!

Realtà imprenditoriali stabiesi non hanno ben compreso l’importanza della Juve Stabia.

Pagliuca è stato riconfermato, rinnovando il contratto per il prossimo anno. Per Lovisa, la società sa che un binomio Lovisa – Pagliuca, potrebbe metterci in una condizione societaria di tranquillità. Lovisa, nonostante la sua giovane età, è un uomo adulto, serio, competente.

Non trovo differenze con altre società che ho seguito. C’è organizzazione, al di là della categoria. Vivo questa realtà e la Juve Stabia non ha nulla su cui recriminare o rimproverarsi.

Arrivare in uno stadio tipo quello di Potenza, allineati e con il seguito di tanti, fa la differenza.

Castellammare conta più 60 mila abitanti, fare al massimo 5000 spettatori non è il massimo. La società deve ancora lavorare per far sì che il Menti sia sempre pieno.

Ringrazio tutte le componenti della Juve Stabia. Stiamo facendo il quadro, servirà la cornice.

Sono fiducioso dei nostri ragazzi che sono dei professionisti seri e sono sicuro che con il Cerignola faranno una bella prestazione degna del nome Juve Stabia!”


Juve Stabia TV


Pirati del mare a Napoli: l’estate segnata dalla tragedia

Napoli in caccia dei pirati del mare: giovane turista investita mentre praticava kayak. Autorità locali adottano azioni decise.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare