F1, caso Red Bull-budget cap: la FIA rinvia ancora la sentenza

F1, non si hanno ancora notizie sulla questione budget cap: la FIA ha deciso che i risultati dell’indagine che coinvolgono Red Bull e Aston Martin saranno pubblicati settimana prossima. Si aspetterà dunque il 10 ottobre per capire se arriveranno o meno sanzioni pesante al team di Milton Keyns

 

F1, caso Red Bull-budget cap: la FIA rinvia ancora la sentenza

 

Niente di fatto: la FIA ha rinviato a lunedì 10 Ottobre 2022 il rilascio dei documenti e dei certificati sul bilancio 2021 dei team. Com’è noto i team di Formula 1 per la stagione 2021 avevano a disposizione un tetto massimo di spesa pari a 145 milioni di dollari. Tale limite, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe stato superato da due team, dal team di Milton Keynes e dall’Aston Martin.

Singapore
FONTE FOTO: Oracle Red Bull Racing Twitter

Red Bull per ora salva

Nel fine settimana di gara di Singapore la FIA aveva bollato come “speculazioni” le voci emerse, rimandando tutto a  mercoledì. Contestualmente la Ferrari e la Mercedes e alcuni team minori si sono schierati compatti chiedendo sanzioni esemplari contro gli eventuali colpevoli, circostanza che ha irritato non poco gli uomini della Red Bull, che in ogni caso hanno manifestato tranquillità per la procedura di controllo in atto presso gli organi preposti.

Altro passo falso della FIA

Nella giornata odierna, alle ore 11:00, la FIA aveva comunicato ai giornalisti l’imminente diffusione di una nota entro le successive due ore. Ci si aspettava un annuncio sulle tempistiche del rilascio delle certificazioni di idoneità entro il tetto massimo di spesa dei bilanci 2021.

F1 Olanda
FONTE FOTO: Oracle Red Bull Racing Twitter

Il comunicato

L’attesa è stata più lunga del previsto. Alle 16.50 è stato reso noto che “L’analisi dei documenti finanziari è un processo lungo e complesso che è ancora in corso e si concluderà con il rilascio dei certificati entro lunedì 10 Ottobre. Non verranno rilasciate ulteriori comunicazioni sino a quella data”. Ricordiamo che ad occuparsi della materia è il Cost Cap Administration, che si può avvalere della consulenza di società indipendenti.

Nel computo totale sono escluse le spese relative agli stipendi dei piloti, dei tre top manager, i costi del marketing, la logistica, i viaggi e gli affari legali. Si è infine fatto un gran parlare sulle possibili azioni in caso di violazione del tetto. Il regolamento prevede un ventaglio di sanzioni in base alla gravità dell’infrazione commessa.

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Juve Stabia, al via la prevendita dei biglietti per il Messina

Juve Stabia, al via la prevendita dei biglietti per il match con l'ACR Messina: i prezzi e le modalità di acquisto