ESCLUSIVA – Croce: “Che piacere ritrovare Sarri, ma in campo sarà un’altra storia. Sorrento? La parentesi da cancellare…”

Daniele Croce, calciatore dell’Empoli, con Sarri ha un rapporto speciale. Domani ritroverà il ‘suo’ mister...

LEGGI ANCHE

Daniele Croce, calciatore dell’Empoli, con Sarri ha un rapporto speciale. Domani ritroverà il ‘suo’ mister al San Paolo. La redazione di Vivicentro.it l’ha raggiunto in esclusiva e queste sono le sue dichiarazioni:

Hai un legame particolare con mister Sarri, lui nel tuo destino…

“Sono stato con lui per parecchi anni e lo conosco benissimo. Ci lega un rapporto importante e per noi sarà un piacere rivedersi domenica”

 

Quale la cosa che non dimenticherai mai di lui?

“Ci sono tante cose essendo stati insieme per molti anni. Abbiamo condiviso parecchie cose negative, ma anche positive come la promozione ad Empoli dalla B alla A. Il momento più importante della nostra carriera”.

Hai parlato di episodi negativi, forse quello di Sorrento è da cancellare…

“Quella non è stata una bella esperienza. Avevamo una squadra forte per provare a vincere il campionato. Dopo un inizio stentato, eravamo quarti in classifica. Lui fu esonerato e non fu una bella cose, noi poi perdemmo i play off ed è stata una parentesi brutta anche per me”.

 

Cosa gli dirai domenica quando lo vedrai?

“Spero di dargli un dispiacere, ma ci saluteremo volentieri. Qualche battuta in più la faremo a fine gara. Nel pre partita non c’è spazio per i sentimenti”.

 

Che differenze ci sono con Gianpaolo visto che il gioco è sempre spumeggiante?

“A livello calcistico sono poco. Sono due tecnici votati all’attacco e molto propositivi. Vogliono gli stessi concetti di calcio e difensivi. La cosa che li accomuna è il voler fare la partita sempre e comunque. Dal punti di vista caratteriale sono diversi, Gianpaolo è un po’ più calmo, mentre Sarri è più emotivo”.

 

Troverai contro anche Hysaj e Valdifiori…

“Due compagni che hanno scritto pagine importanti qui ad Empoli. Con Mirko ho un rapporto particolare e mi farà piacere rivederli”.

 

Verrete al San Paolo per…

“Per fare la nostra partita come abbiamo sempre fatto e per cercare di portare via punti da un campo così difficile e contro la squadra più forte del campionato al pari della Juventus”.

Ma il Napoli lo può vincere lo scudetto?

“(Ride, ndr) fate tutti gli scongiuri del caso, ma penso proprio di si, è alla vostra portata. Con la Juve, gli azzurri se la giocheranno fino alla fine”.

 

Si è parlato anche di te in chiave Napoli questa estate. C’è stato qualcosa di vero?

“Non c’è stato niente di concreto. Qualche chiacchiera così, vista la stima del mister nei miei confronti. Non ci ho mai pensato per due motivi: 1 perchè ad Empoli sono di casa e sto benissimo; 2 perchè non credo di essere un profilo da Napoli. Gli acquisti sono di un altro spessore”.

 

A giugno vai in scadenza, cosa vuoi fare da grande?

“Vado in scadenza, ma rinnoverò tra qualche giorno ad Empoli. Faccio parte di questo ambiente da diversi anni e mi sento come in una famiglia”.

a cura di Ciro Novellino

RIPRODUZIONE RISERVATA

Juve Stabia, Pagliuca: Domani troveremo una Casertana diversa dall’andata, che sarà molto più consapevole delle proprie forze

Guido Pagliuca, allenatore della Juve Stabia, analizza così il derby di domani con la Casertana
Pubblicita

Ti potrebbe interessare