Arrestato per spaccio e resistenza 22enne gambiano con precedenti

Arrestato dai CC di Palermo dopo aver sottratto il cell ad una 17enne e strattonato i militari che gli avevano trovato panetti di hashish

 I Carabinieri della Stazione Piazza Marina Palermo, durante un servizio di controllo del territorio e prevenzione, hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale un 22enne, di origine gambiana, già noto alle forze dell’ordine.

I militari, su segnalazione della centrale operativa, sono intervenuti nel piazzale antistante la stazione centrale dove una 17enne era in difficoltà poiché, mentre si trovava sull’autobus, le avevano asportato il cellulare.

Dopo aver localizzato -tramite apposita “App”- il dispositivo in piazza Ballarò, i Carabinieri hanno individuato il giovane gambiano con il cellulare ancora in tasca.

Nel corso degli accertamenti il 22enne strattonava ed inveiva contro i militari per sottrarsi alla perquisizione personale, a seguito della quale, oltre al telefonino in argomento, venivano recuperati: 3 panetti di hashish da 100 grammi ciascuno, 5 grammi di crack e 70 euro ritenuti provento dell’illecita attività.

L’arrestato, in attesa dell’udienza di convalida, è stato ristretto in camera di sicurezza, il telefono è stato restituito alla giovanissima vittima e lo stupefacente è stato sequestrato ed inviato al Comando Provinciale per le analisi di laboratorio.

Adduso Sebastiano

(tutte le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

Commenta

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Ernesto: “Don Bolsius è l’attaccante più forte della Fidelis Andria”

Giuseppe Ernesto, giornalista de La Gazzetta dello Sport, è intervenuto nel corso della trasmissione televisiva "Juve Stabia Live" per parlarci della Fidelis Andria

Kim vola agli ottavi; Olivera fuori dal Mondiale

Kim e la sua Corea volano ufficialmente agli ottavi di finale di questo mondiale in Qatar ma esce l’Uruguay di Mathias Olivera.