Alvini

Alvini: “Non mi è piaciuto il gesto tecnico, non le mosse tattiche”

Alvini commenta così, a fine gara con l’Alessandria, il secondo pareggio in casa dopo quello con il Cosenza:

“Si ripete la rimonta subita, sulla quale vogliamo migliorare. Chi non ha giocato è perché non stava bene. Non abbiamo rischiato Angella. Non si è trattato di mezza rivoluzione, ma di contingenza. Se c’è oggi una squadra con idea, in una partita sporca non bella, è stato il Perugia. L’unica cosa che non mi è piaciuta è come abbiamo palleggiato sui tre di centrocampo, pur elogiando la prestazione di Ghion debuttato oggi. L’atteggiamento tattico e le mosse non mi sono dispiaciute. Non mi è piaciuto invece il gesto tecnico, dove per esso si intende la velocità di tecnica delle linee di passaggio. Tatticamente poco da dire. C’è mancata una vittoria sporca. Nella qualità tecnica della trasmissione, lì possiamo migliorare. Sostituito Kouan perché volevo più freschezza ed il salto avversario nell’uno contro uno. Non firmo per i pareggi, le partite le gioco per vincere. Ora a Benevento, contro una squadra costruita con alte ambizioni, ma andremo sempre per fare la nostra gara. Oggi almeno punto importante per la crescita della maturità della squadra”.

Alvini ha messo in campo per la prima volta Ghion, che parla da debuttante: Partita ostica, ma sapevamo che l’Alessandria fosse organizzata. Bel momento per me esordire davanti al pubblico del Curi. L’anno scorso ho giocato con stesso modulo di quest’anno. Ma posso ancora crescere”.

Moreno Longo – Allenatore Alessandria – : Punto fondamentale, ci consente di rompere la striscia negativa, che avrebbe potuto ammazzare chiunque. Invece i ragazzi sono stati bravi a riprendersi oggi contro un gran Perugia. Sull’espulsione non è successo nulla, ho solo detto, a prescindere da chi aveva ragione, che le mani addosso ai miei giocatori non si mettono.”

Tabellino

Perugia – Alessandria 1 – 1

PERUGIA: Chichizola, Rosi, Carretta (27′ st Matos), De Luca, Ghion (20′ st Burrai), Vanbaleghem (20′ st Segre), Curado, Falzerano, Kouan (1′ st Gyabuaa), Sgarbi, Lisi (38′ st Murano). A disp.: Fulignati, Righetti, Angella, Matos, Murano, Murgia, Santoro, Ferrarini, Baldi. All. Alvini.

ALESSANDRIA: Pisseri, Ba (15′ st Palazzi), Parodi, Lunetta (26′ st Celesia), Mustacchio, Corazza, Prestia (26′ st Benedetti), Casarini, Palombi, Di Gennaro, Milanese (15′ st Chiarello). A disp.: Crisanto, Russo, Marconi, Arrighini, Orlando, Pierozzi, Ghiozzi, Kolaj. All. Longo

ARBITRO: Valerio Marini di Roma 1 (Francesco Fiore di Barletta – Giuseppe Macaddino di Pesaro) IV° ufficiale Marco Ricci di Firenze VAR: Daniele Paterna di Teramo AVAR: Giovanni Baccini di Conegliano Veneto

RETI: 14′ pt De Luca, 17′ pt Prestia

NOTE: Espulso il tecnico Longo. Ammoniti Chichizola, Prestia, Curado, Burrai

Carmine D’Argenio, Autore a VIVICENTRO