Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Alvini: “No turn over ma scelte tecniche”

Alvini

Alvini con la Cremonese, non ritrova Rosi. De Luca pronto per una parte di gara. Murgia più dietro nella scelta di centrocampo. Le novità dall’inizio potrebbero essere Matos e Zanandrea

Alvini in Conferenza pre Cremonese fa un passo indietro e rilegge la gara con il Cosenza come “condotta meglio di quanto apparso nell’immediato dopo pareggio, con avversario che poteva anche esser vinto”:

“Anche il dato oggettivo dei numeri ci ha detto che la partita è stata svolta per come l’avevamo preparata. Ci è mancato qualcosa sulle linee di passaggio: questo è stato l’errore che confermo anche dopo aver rivisto la scorsa prestazione. L’atteggiamento e la propositività resta quella vista fin dall’8 luglio. Mancata vittoria si, ma per come siamo partita forse siamo ancora oltre la media di quanto pensato in partenza. Al centro del progetto, lo sviluppo dei calciatori. – Sulle partite ravvicinate – non farò turn over, ma solo scelte tecniche e legate a condizione fisiche. La Cremonese una delle squadre maggiormente attrezzate per lottare alla promozione. Mi meraviglierei se non lottasse al vertice. Per di più allenata benissimo. Per noi una partita delle 38. Abbiamo le caratteristiche giuste per farla bene. Nonostante l’alto grado di difficoltà di domani sera. Dovete entrare nell’ottica che Alvini gioca per vincere con il Cosenza come con la Cremonese piuttosto che con i dilettanti del paese. – Venendo ai giocatori – Rosi non sarà della gara. De Luca per la prima volta invece si. Dall’inizio o a gara in corso. Faremo di tutto per aver a disposizione Dell’Orco a Benevento. Domani potremo vedere Zanandrea perchè preferisco un mancino naturale ad un piede invertito, nello sviluppo delle linee di passaggio in quella zona di campo. Quando lavori male sulle linee di passaggio rallenti la partita. Matos, attaccante che sa fare tutto. Moderno. Gestito con intelligenza fino ad oggi e domani potrebbe essere della partita. Percorso costruito per lui per un viaggio importante. Murgia può ricoprire tutti e tre i ruoli di centrocampo. Al momento lì sono contento delle soluzioni che ho. E domani continueremo così. Anche se anche Murgia mi piace tanto ed è pronto per il suo minutaggio. Vambaleghem lo vedo calciatore moderno che può giocare in mezzo al campo. Al massimo potrei vederlo centrale al posto di Angella, ma non laterale difensivo”.

Carmine D’Argenio, Autore a VIVICENTRO