Quantcast

Banner Gori
SSC Napoli - rassegna stampa

CdS: “Se Icardi resta all’Inter si rischia la risoluzione contrattuale”

Il calciatore nerazzurro deve raggiungere un numero minimo di presenze

Si infittisce di nuovi particolari la questione legata al futuro di Mauro Icardi. Infatti, se il 9 dell’Inter dovesse continuare a vestire la casacca nerazzurra si potrebbe arrivare alla risoluzione contrattuale, diventando un pezzo molto pregiato di mercato e anche del Napoli. Perchè? Perchè nel caso in cui non disputi almeno il 10% delle gare ufficiali stagionali potrebbe richiedere lo scioglimento del contratto, secondo l’articolo 15 della Fifa.

Ecco quanto scritto dall’edizione odierna del Corriere dello Sport:
“Ieri il menu di giornata alla Pinetina prevedeva un unico allenamento nel pomeriggio. Icardi, come al solito, iniziata la seduta in gruppo, si è staccato nel momento in cui sono cominciate le prove in vista di Lecce. E, ovviamente, sarà così anche oggi, con l’unica differenza che l’Inter lavorerà a San Siro. A questo punto sarebbe davvero una sorpresa se Maurito venisse convocato per la prima di campionato. Per di più, oltre ad essere fuori dal progetto, è sul mercato, quindi ci sono tutte le ragioni per tenerlo fuori. E, se la vicenda si trascinerà fino al match in casa del Cagliari del 1° settembre, Icardi verrà lasciato a Milano.
Qualcosa potrebbe cambiare se l’argentino dovesse rimanere in nerazzurro anche dopo il 2 settembre: tenerlo sempre in tribuna, infatti, comporterebbe dei rischi. Se non altro perché qualora non disputasse (basta 1’ in campo) almeno il 10% delle gare ufficiali potrebbe chiedere la risoluzione del contratto, in base all’articolo 15 della Fifa”.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania