Quantcast

Banner Gori
SSC Napoli - news

Napoli, Giaccherini: “Avevo bisogno di sentirmi calciatore, i soldi non sono tutto”

“Con Sarri mi sono lasciato bene e la città mi ha aiutato”

Emanuele Giaccherini, neo-acquisto del Chievo Verona, è tornato a parlare di Napoli e lo ha fatto attraverso i microfoni di Radio CRC, manifestando ancora una volta il suo amore per la città.

Ecco le sue parole:

“Sono stato benissimo a Napoli e l’ho sempre confermato che è una città che amo. Sicuramente ci tornerò, ma era arrivata l’ora di cambiare. Avevo bisogno di fare il calciatore.
I soldi non sono tutto, conta molto la felicità. Dal punto di vista professionale ho avuto poca felicità a Napoli. Ero al corrente che sarebbe stato difficile, nel Napoli il livello è altissimo. Il discorso va oltre, secondo me ci sono situazioni in cui anche i titolarissimi riposino e giochino anche gli altri che si allenano tutti i giorni impegnandosi.
Ho mandato un messaggio alla squadre e al mister augurando a tutti di arrivare fino in fondo. Mi sono lasciato bene con il mister, lui mi stima come uomo e giocatore. I fatti gli danno ragione e nessuno gli può dire niente. Spero portino a termine quello che hanno iniziato.
Quando segni al San Paolo sono momenti che ricorderai per sempre. Momenti brutti…quando uno non gioca quotidianamente. Napoli mi ha fatto un po’ dimenticare le mie delusioni, la gente è stata fantastica con me. Pur essendo stato un ex giocatore della Juventus. Credo di aver dimostrato di essere un ragazzo per bene e sono stato apprezzato per questo.
Sono arrivato al Chievo con entusiasmo. In primis ho bisogno di riemettermi a posto, di giocare e raggiungere l’obiettivo. Ora la Nazionale è un sogno avendo quasi 34 anni. Ci sono tanti giovani ed è a loro che va affidata la Nazionale del futuro.
Credo che il Napoli sia arrivato a livello della Juventus. Ho parlato con Mertens e gli ho confidato tutte le mie sensazioni positive. Avevo le stesse di quando ho vinto con la Juventus. Partite come Sampdoria in casa o Atalanta se non hai la mentalità vincente non le porti a casa. Questi sono segnali che mi fanno capire che la squadra è pronta per vincere.
Il Chievo è una squadra che dà fastidio a tutti. E’ composta da giocatori esperti e speriamo di raggiungere il nostro obiettivo al più presto.
Vivrò serenamente la trasferta del San Paolo, d’altronde siamo professionisti”. 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania