Quantcast

Banner Gori
Eusebio Di Francesco allenatore del Sassuolo
Interviste Roma Calcio Roma - news

COPPA ITALIA. Roma-Torino|Il turnover di Di Francesco e l’importanza della qualificazione

Il turnover di Di Francesco per Roma Torino

Roma- Mancano poche ore al match dell’Olimpico che decreterà la vincente degli ottavi di Coppa Italia. La squadra di Di Francesco, rimaneggiata in vista di altre gare importanti e imminenti, è pronta per affrontare il Torino che, capeggiata da Mihajlovic, in 15 precedenti contro i giallorossi, ha perso ben 9 volte.

I due tecnici si sono sfidati 8 volte in carriera, ottenendo 3 vittorie l’allenatore serbo, e 2 l’ex Sassuolo, collezionando poi tre pareggi.

Come anticipato in conferenza stampa dal tecnico abruzzese, troveremo una squadra rimaneggiata perché “sarebbe impossibile dal punto di vista fisiologico far giocare ogni 3 giorni gli stessi giocatori”, afferma D Francesco.

Troveremo quindi Skorupski tra i pali, al suo esordio stagionale. Spazio anche a Moreno che duetterà in difesa con Manolas o  Juan Jesus. Turnover per Florenzi e Kolarov, preservati per la sfida contro la Juventus che li vedrà protagonisti tra soli 3 giorni. Torna dunque Emerson sulle fasce, insieme a Bruno Peres. Gonalons, Strootman e Pellegrini presidieranno il centrocampo mentre il tridente, altro turnover, sarà affidato ad El Shaarawy (sulla sinistra), Schick (al centro, al posto di Dzeko che rimane tra i disponibili in panchina) ed Under o Gerson.

Di Francesco tiene molto a questa competizione e lo ha dichiarato anche ai microfoni di Roma Tv: “Dobbiamo avere l’obiettivo  di passare il turno per crescere anche come mentalità senza mai sottovalutare nessuna competizione”. E aggiunge: “Per noi, come Roma, è un vantaggio entrare così in Tim Cup iniziando a giocare dagli ottavi. Non condivido chi snobba questa competizione. Detto questo,  sarebbe giusto fare anche i turni preliminari, come accade in molte altre nazioni, come in Inghilterra, si inizia infatti a giocare tutti dall’inizio contro le piccole squadre. Per avere l’ambizione di poter vincere in ogni competizione è il giusto gradino per poter crescere e migliorare e noi non dobbiamo sottovalutare assolutamente la Coppa Italia. Domani vedrete titolari dei giocatori che hanno giocato alcune delle precedenti gare e anche alcuni che hanno giocato spesso dal primo minuto, perché credo che far giocare tre gare ravvicinate sempre dagli stessi giocatori è quasi impossibile dal punto di vista fisiologico”.

Maria D’Auria

 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Maria D'Auria

Maria D'Auria

Giornalista campana di adozione romana. Laureata in giurisprudenza, impegnata nel sociale, appassionata di lettura, scrittura, fotografia. Collaboratrice della testata ViVicentro.it, referente per la Regione Lazio. Esperta di comunicazione, cronaca sportiva, inchieste, eventi.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat