Quantcast
Banner Gori
Ottobre Juve Stabia
juvestabia - news

Ottobre (ex Juve Stabia): “A Castellammare sei mesi bellissimi”

Pasquale Ottobre, ex centrocampista Juve Stabia è intervenuto telefonicamente nel corso della trasmissione “Il Pungiglione Stabiese”: tutte le sue dichiarazioni

Ottobre (ex Juve Stabia): “A Castellammare sei mesi bellissimi”

 

Pasquale Ottobre, ex centrocampista Juve Stabia è intervenuto telefonicamente nel corso della trasmissione “Il Pungiglione Stabiese “che va in onda ogni lunedì dalle ore 20.30 in diretta sulla pagina Facebook “Juve Stabia Live”

Le sue dichiarazioni sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it

“La partita contro il Catanzaro la ricordo come se fosse oggi. Era una partita sentita, contro un avversario forte, perché il Catanzaro di Auteri giocava molto bene, ricordo che era la mia seconda partita a Castellammare perché io arrivai due giorni prima del posticipo contro il Siracusa che vincemmo, poi andammo in trasferta a Manfredonia e poi contro il Catanzaro.

Una partita difficile, di cui si parlò tanto, c’era una grossa cornice di pubblico con molti tifosi ospiti. Un primo tempo in cui giocarono meglio di noi, una partita tesa, poi entrammo io e Moretti, e su una sua punizione per me fu un gioco da ragazzi metterla dentro, un goal importante che ci permise di raggiungere il primo posto in classifica e mantenerlo fino alla fine.

Oggi purtroppo è un altro calcio, viviamo un momento particolare e difficile. Per me segnare in un Menti pieno, sotto la Curva Sud e andare a festeggiare con i tifosi fu una grande emozione e per un giocatore è il massimo.

Quando arrivai alla Juve Stabia ebbi subito la consapevolezza di essere arrivato in una squadra importante anche se erano andati via giocatori importanti come D’Ambrosio e Capparella e c’era un pochino di scetticismo, ma era una squadra forte e sapeva quello che voleva.

Dopo la sconfitta in casa contro la Scafatese ci fu un confronto con i tifosi che si dimostrarono vicini a noi e quell’evento ci diede poi la forza di andare a vincere a Melfi. Quello fu un segnale molto importante di maturità, magari tutti si aspettavano una contestazione ma i ragazzi della curva ci diedero la giusta fiducia e motivazione per concludere bene il campionato.

Per quanto riguarda la retrocessione dello scorso anno è stata difficile da digerire, mi è dispiaciuto tanto. La Juve Stabia ha fatto un campionato bellissimo ma la ripartenza è stata terribile e impensabile prima. Ripartire da una retrocessione del genere non è facile.

La Juve Stabia attuale è una squadra quadrata, messa bene in difesa, che può dire la sua nei playoff. Il Bari e la Ternana sicuramente stanno facendo un campionato a parte però la Juve Stabia è una squadra di categoria, peccato che non possa sfruttare il fattore campo che come ben sappiamo a Castellammare è molto importante”. 

 

a cura di Giuseppe Rapesta

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Giuseppe Rapesta

Giuseppe Rapesta

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più