juvestabia - news

Gabriele Midolo: “Siracusa squadra ritrovata rispetto al girone d’andata”

Gabriele Midolo
Gabriele Midolo corrispondete da Siracusa di MagazinePragma ci parla della squadra siciliana: “Mancherà Spinelli, colui che segnò al De Simone…”

Nel corso della trasmissione radiofonica di ViviRadioWeb, “Il Pungiglione Stabiese”, abbiamo avuto in collegamento Gabriele Midolo collega di Magazine Pragma; con lui si è parlato del match di domani pomeriggio tra Juve Stabia e Siracusa.

La Juve Stabia domani farà visita al Siracusa, la squadra che ha trovato una certa quadratura rispetto al girone d’andata e adesso sta viaggiando in zona più tranquilla di classifica. L’obiettivo del Siracusa rimane sempre quello di salvarsi a fine campionato ed anche se c’è ancora molta strada da fare, possiamo dire che è a buon punto dato che, comunque, siamo quasi in dirittura d’arrivo.

Ci troviamo a un punto dai play-off, una zona che quest’anno è più vasta rispetto agli altri anni ma, dato che ci troviamo a 8 punti alla zona playout, possiamo dire che navighiamo in in acque tranquille.

Guardando un po’ la rosa, balza agli occhi l’ex Santurro, se ce lo dovresti descrivere?: Un grande portiere, trasmette sicurezza a tutta la difesa, nulla da dire sul suo conto e noi tifosi non ci preoccupiamo più di tanto.

Invece il rapporto tra la tifoseria la città e Sottil, un allenatore che, come Fontana, sta facendo un po’ la gavetta ma anche un buon lavoro lì a Siracusa: Il mister con noi ha già vinto un campionato. Quest’anno ancora una volta sta dimostrando di valere tanto facendo bene rispetto al girone d’andata dove allenava comunque una squadra da rimaneggiare e inserire qualche pezzo, adesso la scacchiera è quasi completa e si stanno vedendo anche dei risultati, infatti il Siracusa si trova a ridosso della zona play-off e molto distante dalla zona salvezza. Il rapporto con i tifosi è fantastico, non ci sono problemi.

Ecco tu segui molto da vicino la squadra visto che comunque fai le foto per Magazine Pragma, ci puoi dire un po’ il modo di giocare di Sottil, che modulo predilige, e soprattutto che tipo di atteggiamento imposta in casa e fuori casa?: Sottil adotta 4-2-3-1, lui punta più che altro alle due fasce con Valente che ormai già collaudato ed è ritornato dall’infortunio. Sta giocando veramente molto bene, con i suoi assist in mezzo per Scardina, e domenica il nuovo acquisto Azzi ha segnato al suo esordio contro il Monopoli. Un grande acquisto calciatore che gioca sulla fascia sinistra, con Valenti sulla fascia destra entrambi danno veramente gatte da pelare alla difesa avversaria.

Il mercato di riparazione ha portato Azzi, chi invece è stato ceduto?: Negli ultimi minuti di calcio mercato si è avuta la cessione di Cassini, calciatore di proprietà del Palermo, con destinazione in Brasile. Ha giocato poco ed infatti non ha avuto a mio avviso abbastanza minuti in modo tale da poter dimostrare il suo potenziale.

Parliamo della partita di domani, gara importante che ha un valore simbolico legata da un’ amicizia fortissima tra le due tifoserie vista la trentennale amicizia dovuta alla perdita di Nicola De Simone, calciatore stabiese che ha onorato la maglia del Siracusa, e consolidata da partite molto vive e combattute sempre nel massimo rispetto tra le squadre e le tifoserie: Sì appunto i tifosi hanno sempre saputo dividere la partita sugli spalti è quella dentro il campo, lo si è visto anche nella gara di andata quando siamo venuti noi in casa vostra e nonostante il risultato la curva della Juve Stabia ha tifato Siracusa visto il momento critico. Abbiamo molto apprezzato, la fratellanza tra le due tifoserie e tra le due città.

Quali sono le condizioni del manto erboso del Nicola De Simone?: Il manto erboso ha un piccolo problema, tende ad ingiallire il prato verso gennaio, si ripete sempre ogni anno da quando è stato costruito, non so il campo quanto può aiutare alla Juve Stabia.

Cosa ci puoi dire per quanto riguarda il legame che c’è con la Juventus e a che pro vengono mandati questi calciatori lì a Siracusa?: Nel mese scorso c’è stato questo incontro tra Marotta e il nostro presidente Gaetano Cutrufo per una collaborazione tra il settore giovanile della Juventus con la prima squadra e il Siracusa Calcio. Tutto questo per noi è un’ottima opportunità non solo per valorizzare i calciatori emergenti, ma anche per futuri talenti, probabilmente vedremo chissà qualche giovane promessa in Nazionale.

Una tua considerazione per quanto riguarda questo mercato al risparmio, con tanti giovani mandati dalle squadre di serie A; è stato ceduto Baiocco al Palazzolo, può essere un messaggio della società che pensa già al prossimo campionato?: Sì il Siracusa sul mercato punta sempre a salvarsi, finora si è puntato tutto sulla salvezza, non credo che si punti ai play-off che sono comunque impegnativi e non facile da affrontare e se verranno ben venga.

Ci puoi abbozzare una possibile formazione: Santurro ovviamente in porta, Turati in difesa non si tocca insieme a Pirrello, Brumat e Sciannamè che sono in questo momento titolari. Salterà la partita il capitano Spinelli per squalifica proprio contro la Juve Stabia, lui che tra l’altro segnò l’ultima volta al De Simone nel 2011, proprio contro la Juve Stabia che poi vinse i play-off in quell’annata. A centrocampo non so se ci sarà il rientro di Giordano, di sicuro giocheranno Valente, Toscano, Azzi con Scardina in attacco.

In chiusura, il rapporto attuale tra tifoseria-squadra, c’è entusiasmo? Il pubblico va allo stadio?: Il sabato la gente a Siracusa lavora e quindi di conseguenza non può andare allo stadio. È un problema comune anche per altre piazza della Lega Pro. Facciamo una media di 2000 spettatori, sarebbe opportuno giocare che domenica perché comunque di sabato molti lavorano e non riescono a venire.

RIPRODUZIONE RISERVATA

copyright-vivicentro

 

 

 

Si diffida dall’utilizzo e/o dalla riproduzione anche parziale del presente articolo senza citazione della fonte

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale