Quantcast

Banner Gori
Carlini Juve Stabia Imolese TIM CUP castellammare di Stabia calcio serie B (28)
juvestabia - news

Carlini: “Castellammare pezzo importante della mia storia calcistica”

Massimiliano Carlini, ex centrocampista della Juve Stabia, è intervenuto nel corso del programma televisivo Juve Stabia Live: le sue dichiarazioni

Carlini: “Castellammare pezzo importante della mia storia calcistica”

 

Max Carlini, centrocampista ex Juve Stabia, è intervenuto via Skype nel corso della trasmissione Juve Stabia Live Talk Show che va in onda ogni giovedì dalle 20 sulla pagina Facebook “Stabiesi al 100%” e sulle pagine collegate del gruppo ViViCentro Network S.r.l., nonché su Radio Città Castellammare e il venerdì alle 20:30 su TV Oggi, canale 71 del digitale terrestre. Di seguito le sue dichiarazioni raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

Lo scorso anno abbiamo fatto qualcosa di straordinario stabilendo forse tutti i record della Serie C. Abbiamo fatto tante partite senza perdere, tanti clean-sheet da parte del portiere Branduani, migliore difesa, una stagione straordinaria da ogni punto di vista condotta sempre in testa. 

E’ stata una delle mie migliori stagioni anche sotto il profilo realizzativo e degli assist. Io non mi sento un ex perchè lì sono rimaste amicizie vere per me e Castellammare è un pezzo importante della mia storia calcistica ma non solo. Cinque step sono indimenticabili per me nella stagione scorsa. Il bel gol contro il Rende nelle prime giornate, il gol del pari con la Vibonese nel finale, il rigore sbagliato col Bisceglie, il gol col Trapani nello scontro diretto e soprattutto la gara di Lentini in cui in 15 minuti abbiamo ribaltato la gara ponendo le basi per la vittoria matematica del campionato che è arrivata sei giorni dopo. 

Sicuramente avrei potuto dare molto di più quest’anno se non ci fosse stato qualche infortunio di troppo per me. Poi è normale che quando si viene da una stagione importante, trovarsi relegato in panchina mi ha moralmente abbattuto. Perciò ho voluto trovare nuovi stimoli – continua Carlini – per sentirmi di nuovo calciatore. Quando ho visto che il mio spazio si riduceva ho chiesto di andare via perchè alla fine è il terreno di gioco che ti fa sentire calciatore. 

A Castellammare ho ricevuto un affetto allucinante. Quando sono andato via mi hanno tempestato di messaggi i tifosi. A conferma di aver lasciato un grande segno a Castellammare. Se vieni apprezzato sia come giocatore che come persona penso che non puoi chiedere di più. 

Quando dovevo venire a Castellammare la prima persona che ho contattato è stato Peppe Rotondale (fisioterapista Fisiorehab – ndr -) con cui ero stato a Sorrento. Ho chiesto come si stava e come si viveva perchè all’inizio ero un pò scettico. Ma poi mai scelta si è dimostrata più giusta. 

Purtroppo l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo va oltre il calcio. Ritengo giusto che si sia fermato tutto e per me parlare di ripresa dell’attività agonistica è un pò prematuro. Prima viene la salute di tutti. Finché non ci saranno le condizioni giuste per riprendere non si dovrà farlo. E il calcio è soprattutto dei tifosi e finché la gente non potrà venire allo stadio secondo me non si dovrà riprendere.

Auguro alla gente di Castellammare come a tutti di uscire da questa situazione ma ora bisogna tutti restare a casa per limitare la diffusione del contagio. Ringrazio tutti i tifosi per gli attestati di stima e le belle parole e auguro sempre il meglio alla Juve Stabia e alla città di Castellammare”. 

 

a cura di Natale Giusti

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Natale Giusti

Natale Giusti

Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più