Quantcast

Tifosi-Matera-Castellammare-Di-Stabia
Juve Stabia - Approfondimenti

Juve Stabia–Matera: il silenzio della società, il grido dei tifosi biancazzurri: “Nessun coraggio, solo passione!”

Juve Stabia–Matera: la voce dei tifosi biancazzurri: “Nessun coraggio, solo passione!”

Silenzio del Matera dopo la partita contro la Juve Stabia disputata in casa gialloblu. Nessun lucano in sala stampa, nessuna dichiarazione su una situazione ambigua e destabilizzante per calciatori e tifosi.

La squadra di Auteri è stata sconfitta dalle reti di Mastalli e Viola. Sconfitta giustificata, da alcuni giornalisti, con la forte pressione psicologica che il team biancazzurro sta vivendo negli ultimi tempi.

Cosa sta accadendo? I giocatori non verrebbero pagati nonostante, sabato scorso, l’amministratore Taccogna abbia dichiarato a La Gazzetta del Mezzogiorno di aver sedato tutte le lamentele dello spogliatoio. Poi la doccia fredda di mercoledì mattina con la nota dell’Aic: “Giunti al 21 marzo, la Società non solo ha continuato a non corrispondere ad alcuni calciatori le retribuzioni e i premi relativi alle mensilità di novembre e dicembre 2017, ma ha fatto altrettanto in relazione alle retribuzioni di gennaio e febbraio 2018”.

Cosa comporterà questa situazione? “La certa applicazione di ulteriori penalizzazioni in classifica e finirà per svilire tutti i sacrifici che l’intera rosa ha fatto nel corso del campionato”, conclude l’Associazione Italiana Calciatori.

Ebbene sì, penalizzazioni che renderebbero vani i tanti sacrifici fatti da una squadra capace di tener testa a chiunque, condotta da un tecnico tosto, composta da un organico che, nonostante i cinque mesi di malcontento economico, è riuscito ad ottenere 44 punti in classifica, posizionandosi al sesto posto del girone C di serie C.

E i tifosi in tutto questo?

I tifosi sono sempre presenti! I fedelissimi sono giunti al Romeo Menti di Castellammare di Stabia. La gradinata biancazzurra ha salutato la città delle Vespe, riconfermando la loro amicizia. Uno striscione, un applauso ed è cominciata la partita.

Questo episodio fa capire ancor meglio che i giocatori possono cambiare bandiera, i dirigenti possono alternarsi negli anni ma solo due cose restano: la maglia e i tifosi, quelli che la seguono ovunque, in trasferta e su e giù per le categorie.

E come ha risposto un tifoso lucano, quando gli è stato detto che ci vuole coraggio a sostenere la squadra in questa situazione: “Non ci vuole coraggio per tifare Matera, ci vuole solo passione”.

A cura di Luisa Di Capua

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Luisa Di Capua

Nata il 7 febbraio a Castellammare di Stabia.
Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, con specializzazione magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale all’Università degli Studi di Parma.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania