Quantcast

Banner Gori
manniello juve stabia
juvestabia - editoriale

Virtus Lanciano e Juve Stabia, due destini opposti: grazie Manniello!

Club tutelato nel rispetto dei tifosi

La Virtus Lanciano non sarà iscritta al prossimo campionato di Lega Pro, è quello che è stato comunicato in una nota da Franco, Valentina e Guglielmo Maio. Caldeloro si è opposto, ha rifiutato e l’addio dei Maio ha condannato il club. Parlano di scelta sofferta, di “immenso dolore”, di “sconfitta di cui avvertiamo la responsabilità, ma di cui non possiamo nascondere l’ineluttabilità. La società farà fronte a tutti gli impegni contratti con i dipendenti, con i fornitori, con i consulenti, con gli istituti finanziari e con l’erario, cominciando dal rimborso degli abbonamenti biennali già sottoscritti per la stagione 2016/17. Impegni che saranno onorati fino in fondo attraverso la forma della liquidazione volontaria della S.S. Virtus Lanciano 1924 Srl”. Ecco il punto è proprio questo, la questione economica. Retrocedere dalla serie B alla Lega Pro non è una passaggiata di salute o un risparmiare, ma un problema da non sottovalutare a livello economico. Negli ultimi anni ne abbiamo viste di tutti i colori, da club falliti, come la stessa Virtus Lanciano, a punti di penalizzazione ricevuti per mancati pagamenti di stipendi o di regolarizzazioni per iscrizioni e altro. Dal Catania e la sua possibile penalizzazione, all’Ischia passando per tanti altri club, mentre in gialloblè, grazie all’operato di Franco Manniello, questo non è mai accaduto, pur lasciando la B per scendere in Lega Pro. Mai un punto di penalizzazione, mai un richiamo dalla stessa Lega, solo sacrifici, quelli che con il tempo ripagano. Società sana, mentre su altri lidi si naviga a vista o si smette di navigare. La Juve Stabia è retrocessa da qualche anno, ma sin da subito ha provato la risalita con la sfortunata serata di Bassano e la salvezza dello scorso campionato. Ora la musica sembra essere ripresa a pieno regime, volume alto e colpi che potrebbero far sognare la piazza stabiese. E chissà che magari l’ingresso di Andrea De Lucia non possa dare quel quid in più, anche se a Franco Manniello, per quanto fatto fin qui, bisogna dire ‘grazie’!

a cura di Ciro Novellino

RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di alfredopedulla.com ed è attualmente giornalista di CalcioNapoli24, caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web. Nella redazione di Radio Marte per il programma 'Chiamate Napoli 081'.

1 Commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Manniello è un presidente di cuore,ha sempre cercato il bene della juve stabia,ma le cose migliori le ha fatte quando non era solo a sborsare soldi,speriamo che questo nuovo connubio riporti la juve stabia in b.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più