Quantcast
Banner Gori
Juve Stabia, Fantacci
juvestabia - editoriale

Juve Stabia | pane, amore e Fanta…cci – EDITORIALE

La Juve Stabia ritrova il sorriso momentaneamente perso nella serata di Teramo. Le Vespe tornano al successo grazie alla rete di Fantacci, talento che gara dopo gara si sente sempre più a suo agio nel ruolo di spacca partite gialloblu. Con ambizioni di alta classifica rinnovate, la squadra di Padalino guarda fiduciosa al big match di Bari.

Nel cinema, ancora ed a lungo desolatamente vuoto, del Romeo Menti è andata in scena una pellicola che difficilmente stanca i fans stabiesi. La Juve Stabia ha infatti prodotto sin dalle prime battute una gran mole di gioco, puntando subito alla porta del Bisceglie. Fluida l’organizzazione dei ragazzi di Padalino, perfetti o quasi fino agli undici metri, nei quali si registrano ancora automatismi da migliorare.

A risolvere la gara, poco prima che il sipario calasse non senza gli applausi dei tifosi da casa ma certamente con rammarico, ci ha pensato Tommaso Fantacci, solo da qualche minuto divenuto parte dello spettacolo. Da semplice comparsa il 33 si è alzato ad attore protagonista della serata in un cast che mal digerisce l’investitura e nel quale tutti gli interpreti sono parimente importanti.

Nel fendente mancino del ragazzo cresciuto nell’Empoli la Juve Stabia ha trovato il proprio lieto fine, accorgendosi di aver messo in scena una commedia divertente ed apprezzata dal pubblico di Castellammare. Non “Pane, amore e fantasia” ma qualcosa di simile; il remake “Pane, amore e Fanta…cci” altrettanto significativo per Padalino ed i suoi ragazzi.

Al di là del fantasioso parallelismo tra calcio e cinema o teatro, settori messi in ginocchio dall’emergenza sanitaria, la terza vittoria consecutiva interna rafforza le ambizioni della Juve Stabia. Con appena otto gare nelle quali conoscere se stessa ed avversari, la squadra guidata da Padalino ha già un’identità di gioco precisa, nella quale per “gioco” si intende la voglia concreta di muovere velocemente la palla con la forza delle idee. Come con la Cavese, sono serviti nervi saldi e lucidità per risolvere positivamente una gara nella quale l’avversario pragmatico non ha regalato nulla alla compagine campana.

Il tour del cast di Padalino, Ghinassi e dei presidenti Langella sta meritando applausi settimana dopo settimana, nutrendo i sogno dei tifosi stabiesi. Tra le più difficili della stagione sarà la tappa barese, nella quale però le Vespe hanno tutte le carte in regola per ricevere altri applausi.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più