Quantcast

Banner Gori
Procida-Iovine: “Venuti fuori i nostri limiti, a Pianura per fare un piacere all’Ischia"
Calcio - Eccellenza campana

Procida-Iovine: “Venuti fuori i nostri limiti, a Pianura per fare un piacere all’Ischia”

IL COMMENTO – Il tecnico dei biancorossi Iovine parla ai nostri microfoni del pareggio ottenuto dalla sua squadra in extremis contro il Santa Maria la Carità nel recupero giocato mercoledì a Forio

Sono ormai 4 mesi che continuo a parlare in un certo modo. Ovvero che dico che dobbiamo stare calmi, che non dobbiamo montarci la testa, che tutto quello che sta venendo è tutto in più. Col Santa Maria la Carità sono venuti fuori tutti i limiti, limiti di ogni tipo”

Simone Vicidomini-Il Procida fallisce l’aggancio al secondo posto della classifica del girone B. La squadra biancorossa è stata fermata sul 3-3 dal Santa Maria la Carità nel recupero dell’11° turno di campionato, giocato al Calise di Forio mercoledì pomeriggio. Gli uomini di Giovanni Iovine non hanno offerto una grande prestazione e sono andati per ben 3 volte sotto, riuscendo a raddrizzare per l’ultima volta la partita proprio sul filo di lana. Il punto ha portato i procidani ad una sola lunghezza dall’Ischia seconda ed a 4 dal Pianura capolista, proprio alla vigilia dello scontro diretto che si giocherà al Simpatia domenica mattina. Comunque, per commentare un po’ tutte le implicazioni che ha prodotto la partita contro i sammaritani, Giovanni Iovine è intervenuto ai nostri microfoni. Ecco le parole del tecnico isolano.

Mister Iovine, quella col Santa Maria la Carità è stata una partita davvero al cardiopalmo. L’inizio è stato caotico ma anche il finale non è stata da meno…
“Sono ormai 4 mesi che continuo a parlare in un certo modo. Ovvero che dico che dobbiamo stare calmi, che non dobbiamo montarci la testa, che tutto quello che sta venendo è tutto in più. Questo, mi viene da dirlo perché nel mio piccolo un po’ di calcio l’ho fatto, sia giocato che allenato, ed ho il polso di capire quello che sta succedendo. Col Santa Maria la Carità sono venuti fuori tutti i limiti, limiti di ogni tipo. Innanzitutto, di una squadra che non sempre riesce a fare 2 partite in 4 giorni, visti certi cali. Inoltre, ci sono alcune piccole problematiche di affrontare una partita nella quale si va sotto dopo 1 minuto, che viene ripresa subito ma dopo un minuto si è di nuovo sotto. Ecco, quindi, venire fuori tutti i limiti della squadra, che ci sono. Una squadra che non può stracciare il campionato, ma che – riprendendosi ad allenare – può fare qualcosa in più. In questo momento, il Procida ha una serie di limiti, che si sono palesati”.

La vostra rosa si è allungata, con l’arrivo di un under, Mario Pesce. E’ un calciatore in cui lei crede tantissimo e che in altre circostanze avrebbe anche potuto esordire…
“E’ una questione anche di giustizia nei confronti di un ragazzo come Calise, che si sta allenando con noi da agosto. Mario Pesce è arrivato solo martedì. Io ho fatto sempre così, ho messo in panchina anche calciatori veramente importanti, che mi potevano cambiare la partita, che però non si erano allenati. Bisogna dare spazio a chi si allena in settimana e non è un caso – se proprio mi voglio fare un complimento – che non perda ragazzi per la strada. I miei gruppi iniziano a 18 e finiscono a 20, difficilmente si assottigliano per la strada come succede in altri casi. Ci sono delle regole e vanno rispettate, chi suda ha il diritto secondo me di giocare, che sia più o meno bravo. Comunque, abbiamo preso Pesce perché contiamo di avere un under basso un po’ più avanti di età, un 2000, invece che un 2002 od un 2003. Col Santa Maria abbiamo messo in campo 2 nati nel 2002 e domenica ha debuttato un 2003. La politica che stiamo portando avanti è quella, utilizzando soprattutto i ragazzi di Procida. E vedo che ci stiamo riuscendo, perché se si legge la distinta il marchio procidano c’era”.

Non possiamo non chiedere a lei che fine farà Raffaele Pianese…
“Non dipende da noi. Raffaele ci ha dato una mano in questi 2 mesi, perché rimasto per una questione burocratica. Ora, non so oggettivamente cosa accadrà circa le cifre od altro. In settimana vedremo cosa il Procida metterà per il mercato di dicembre. In base alle cifre cercheremo di capire come fare, ma è chiaro che ci servono rinforzi anche in altri ruoli. In settimana ci siederemo e ne parleremo, sia dal punto di vista economico che di reparto”.

Domenica mattina il Procida sarà in quel del Simpatia per affrontare il Pianura, che resta la capolista ma che ha avuto una battuta d’arresto importante nell’ultimo turno. Che partita potrà essere?
“Sarà una partita sicuramente difficile, lo dimostra quella col Santa Maria, che sulla carta poteva essere diversa. Anche se, di mazzo o non di mazzo, i sammaritani hanno vinto con l’Ischia per 1-0. Comunque, a Pianura ce la andremo a giocare soprattutto perché, oltra a fare un piacere al Procida, ci piacerebbe fare un piacere all’Ischia”.

Print Friendly, PDF & Email
Tags

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat