Quantcast

Banner Gori
Mennella: “Vissuta una domenica spettacolare. Ora vinciamole tutte”
Calcio - Eccellenza campana

Mennella: “Vissuta una domenica spettacolare. Ora vinciamole tutte”

L’INTERVISTA – L’esperto portiere gialloblu interviene ai nostri microfoni e parla del successo ottenuto contro il Pianura e delle prospettive future

“Il pubblico è stato il 12° uomo in campo. Poi, noi ci abbiamo messo determinazione e voglia di vincere. L’Ercolano? Ottima squadra che non ha i punti che merita. Guai a rilassarsi, dobbiamo vincerle tutte. La società è contenta, c’è ottimismo”

Simone Vicidomini-L’Ischia ha battuto il Pianura e si è ripreso il primo posto in classifica. La squadra gialloblu, al termine di una gara molto intensa e combattuta, ha superato 2-1 la diretta concorrente domenica pomeriggio al Mazzella, scavalcandola in classifica. Gli uomini di Billone Monti, si sono dimostrati all’altezza del compito, anche se la prestazione offerta – complessivamente – non è stata poi da incorniciare. Quello che contava, però, era il risultato, che è arrivato davanti ad un Mazzella gremito e festante, quasi come ai tempi che furono. Ora, davanti all’Ischia c’è quello che può essere considerato l’ultimo scoglio verso il veleggio più o meno facilitato verso la promozione in Eccellenza: domenica, Mennella e compagni saranno di scena al Solaro, dove si troveranno di fronte lo Sporting Ercolano. Per capire come stanno gli isolani dopo il successo col Pianura e praticamente alla vigilia del match prossimo, abbiamo intervistato Luigi Mennella, esperto portiere ischitano. Ecco cosa ci ha riferito l’estremo difensore gialloblu.

Mennella, domenica l’Ischia ha riportato una vittoria importantissima, forse fondamentale, per la promozione in Eccellenza, contro il Pianura. Al di la di quelli che sono stati i temi del match, che sensazioni prova oggi rispetto all’immediato post gara?
“Sapevamo benissimo che, per noi, quella col Pianura era una partita importantissima. C’era tanta gente al campo e volevamo dare a loro questa grande soddisfazione. E così è stato. Abbiamo passato 2 giorni di relax, nei quali ci siamo goduti il successo, ma già da martedì abbiamo iniziato a pensare alla partita di domenica”.

Quella col Pianura, è stata una partita che ha avuto più momenti, anche in chiave tattica. Anche mister Monti ha mosso diverse pedine in campo, palesando più Ischia. Secondo lei, il vostro successo è figlio di un momento tattico dello stesso match, oppure avete avuto semplicemente più voglia e cattiveria degli avversari?
“Domenica abbiamo segnato subito il gol, ma non abbiamo fatto un grande primo tempo. Il Pianura ha preso la supremazia e noi non riuscivamo a giocare come al solito. Poi, nell’intervallo il mister ha cambiato e quella è stata la svolta del match. Non potevamo giocare come nel primo tempo, quando gli avversari ci pressavano e non riuscivamo a trovare le giuste giocate. Nella ripresa, rischiando qualcosa in più con i cambi, abbiamo giocato in maniera diversa, mettendo palla su Rubino, cercando la profondità. Alla fine, abbiamo fatto la partita che dovevamo fare. E’ stato il mister che ha cambiato la partita, essendo bravo a capire che non potevamo proseguire a giocare in un certo modo su quel campo e con gli avversari che giocavano bene”.

Certo, il fondo del Mazzella non vi ha aiutato, perché non aiuta il fraseggio delle squadre…
“E’ vero. Dopo l’ultima partita in casa, giocata sotto la pioggia, il terreno di gioco del Mazzella si è rovinato tantissimo, lo vedete anche voi. Quello, per una squadra che vuole giocare, non è il massimo. Domenica, il Pianura era aggressivo, non ci faceva giocare. Poi il mister ha cambiato, portando Saurino a centrocampo ed Aiello al centro della difesa, dove non aveva mai giocato, e la partita è cambiata. E’ stata la svolta della partita”.

Le scelte del mister, la vostra grinta, ma anche il Mazzella domenica ci ha messo del suo. Finalmente, lo stadio è stato bellissimo anche sugli spalti, che erano gremiti…
“Ho giocato tanti anni ad Ischia e so che quando il campo è pieno, l’incitamento dei tifosi pesa. E’ chiaro che il pubblico è stato il 12° uomo in campo. Poi, noi ci abbiamo messo determinazione e voglia di vincere. Tutto questo ha fatto si che fosse una domenica spettacolare, come ai vecchi tempi e come è giusto che sia”.

Ha giocato tantissimi anni, in categorie superiori, ed ultimamente anche in queste dove è ora. E’ esperto dico, quindi le chiedo se in questo campionato di Promozione sono Ischia e Pianura ad essere un gradino sopra le altre, oppure è la concorrenza che è venuta meno rispetto agli altri anni?
“Credo che di squadre attrezzate ce ne siano. Però, Ischia e Pianura hanno dimostrato, fin dall’inizio del campionato, che hanno qualcosa in più. Sono attrezzate per vincere il campionato ed hanno creato questo distacco abissale. Chi sta dietro, perdendo punti in scontri diretti, si sono allontanate tanto”.

Domenica avrete uno scontro diretto, se così si può chiamare, ammettendo che l’Ercolano era partita per lottare per il vertice. Quella del Solaro è l’ultima grande insidia per voi, prima di una finale in discesa, mentre il Pianura avrà ancora più match duri?
“Essendo primi, noi dobbiamo pensare a vincerle tutte fino alla fine. Vogliamo arrivare primi e vincere il campionato. Sappiamo che l’Ercolano è un’ottima squadra che non ha tutti i punti che meriterebbe. Dobbiamo pensare domenica dopo domenica e pensare a vincerle tutte, senza dare nulla per scontato, perché può succedere di tutto”.

Il problema, speriamo non si palesi mai, è che possiate un po’ rilassarvi ad un certo punto…
“Questo non dovrà mai accadere, perché siamo primi. Da qui alla fine, tuti vorranno fare bella figura contro di noi, perché siamo primi. Ci dobbiamo aspettare di trovare squadre che faranno di tutto per fare punti contro di noi, che dovremo essere bravi a giocarci le partite in un certo modo, facendo quello che ci dice il mister. Cercando di vincerle tutte”.

Cosa vi ha detto il presidente od i dirigenti, martedì alla ripresa degli allenamenti?
“C’è entusiasmo. La società è contenta di quello che stiamo facendo. Anche del fatto che è ritornato il pubblico al campo, perché si è creato un certo entusiasmo. La società fa della programmazione, che è importante perché porta ai risultati. C’è tanto ottimismo, come è giusto che sia. Abbiamo vinto col Pianura e l’abbiamo scavalcato tornando primi in classifica. Questo davanti a 1300-1400 persone, cosa non da tutte le piazze. L’Ischia merita ben altre categorie e tutti dobbiamo fare in modo di migliorare”.

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più