Quantcast

Marco Contento givova scafati in azione di gioco contro 2B Control Trapani
Basket

Una super Givova Scafati batte la 2B Control Trapani al PalaMangano

La Givova Scafati, guidata da un super Marco Contento, batte la 2B Control Trapani al PalaMangano

Senza Goodwin e Thomas, la Givova Scafati fa suo il match della ventiseiesima giornata dal campionato di serie A2 (grione ovest), superando 103-97 la 2B Control Trapani al PalaMangano. Partita praticamente a senso unico. Tranne la prima frazione di gioco, per tutta la restante parte di gara, nonostante l’assenza dei due atleti di colore, la truppa dell’Agro è stata praticamente sempre avanti nel punteggio, meritando ampiamente il successo, frutto di un certosino ed accorto lavoro svolto in allenamento da coach Lardo e di una mole di gioco importante fatta vedere dagli atleti in campo, che hanno prediletto l’agonismo, il collettivo e fatto valere la maggiore esperienza, trovando anche ottime percentuali di tiro. Sul fronte opposto, invece, la grinta e la prolificità di Pullazi e Clarke è servita solo per le statistiche, ma è comunque bastata per conservare il vantaggio del doppio scontro diretto.

Le importanti defezioni costringono coach Lardo a disporre i suoi a zona in difesa, per limitare le scorribande granata. Dopo un inizio equilibrato, lentamente la compagine isolana (bene Miaschi e Ayers) inizia a crivellare la retina con continuità (10-17 al 6’). Contento è il più prolifico dei suoi e cerca di fare il possibile per tenere in partita la Givova (14-19 al 8’), che, senza strafare, gioca bene di squadra, così tenendo aperta la sfida (22-21 al 9’) fino al termine della frazione (27-27).

All’insegna di Contento inizia anche il secondo quarto: l’atleta gialloblù fa le veci dell’americano di turno, preciso in attacco ed aggressivo in difesa, mettendo da solo in apprensione la difesa ospite e infiammando di conseguenza il PalaMangano (34-29 al 12’). In campo si rivede anche dopo circa cinque mesi anche Tommasini, che si rende utile sin da subito con assist e canestri, pur giocando in un ruolo a lui non congeniale (37-32 al 13’). Con un quintetto anomalo, Scafati mette in difficoltà la formazione viaggiante, che fatica a trovare le giuste contromisure, soprattutto per le elevate medie di tiro dall’arco dei piccoli in casacca gialloblù, che trovano in Romeo un prolifico terminale offensivo (49-39 al 16’). Il vantaggio scafatese inizia a farsi importante (58-41 al 19’) e viene pressoché mantenuto fino all’intervallo lungo (61-45), nonostante la buona prova di Pullazi.

L’impatto con la ripresa degli scafatesi è eccellente: Ammannato e Rossato firmano infatti il +21 (66-45 al 22’). La Givova tiene i ritmi bassi, prediligendo il gioco a difesa schierata, fatto di collaborazioni, blocchi e circolazione di palla, mentre in difesa prova costantemente a raddoppiare sulle bocche da fuoco trapanesi (75-73 al 25’). Mentre Ayers e Clarke ce la mettono tutta per consentire agli isolani di rientrare in partita (77-62 al 27’), coach Lardo sistema nuovamente i suoi a zona in difesa e riesce, in tal modo, a rimettere ordine in campo, tant’è che la forbice del vantaggio si allarga nuovamente (83-63 al 29’) e resta corposo anche al termine della terza frazione (86-67).

Giocand0 ogni singola azione d’attacco sempre al limite dei 24’’ e mettendo pressione sui portatori di palla avversari, la Givova riesce a far scorrere il cronometro, conservando un buon margine di vantaggio (92-73 al 34’). Invitata dalla difesa di casa a tirare dalla lunga distanza, la compagine granata non riesce a trovare buone percentuali realizzative, si innervosisce e fatica a trovare il bandolo della matassa, fino a quando sale in cattedra Clarke, che, da solo, tenta di riaprire la contesa (93-81 al 37’). Si fa dura per i gialloblù, che iniziano a sentire la pressione da una parte e la stanchezza dall’altra. Si prova così a servire sotto le plance Ammannato e a giocare pick and roll con lui, ma Clarke è in versione cecchino (99-91 al 39’). E’ troppo tardi per provare a ribaltare la sfida, non per provare (purtroppo vanamente) a capovolgere il -8 dell’andata: a 6’’ dalla fine Ayers firma il -6 (103-97), ma sul fronte opposto Tavernari sbaglia la tripla e, pertanto, la vittoria arriva col risultato finale di 103-97.

I TABELLINI

GIVOVA SCAFATI 103  2B CONTROL TRAPANI 97 (27-27; 34-18; 25-22; 17-30)

GIVOVA SCAFATI: Tommasini 5, Passera 9, Romeo 16, Contento 26, Ammannato 20, Pavicevic, Rossato 18, Solazzi, Giordano n. e., Esposito n. e., Tavernari 9. ALLENATORE: Lardo Lino. ASS. ALLENATORE: Luise Sergio.

2B CONTROL TRAPANI: Renzi 4, Artioli, Miaschi 8, Czumbel 5, Clarke 31, Mollura 5, Marulli 2, Nwohuocha 5, Ayers 13, Pullazi 24. ALLENATORE: Parente Daniele. ASS. ALLENATORE: Canella Fabrizio.

ARBITRI: Boscolo Nale Enrico di Chioggia (Ve), Maschio Duccio di Firenze e Barbiero Marco di Milano.

NOTE: Tiri dal campo: Scafati 31/63 (49%); Trapani 31/64 (48%). Tiri da due: Scafati 20/35 (57%); Trapani 15/25 (60%). Tiri da tre: Scafati 11/28 (39%); Trapani 16/39 (41%). Tiri liberi: Scafati 30/33 (91%); Trapani 19/23 (83%). Falli: Scafati 21; Trapani 25. Usciti per cinque falli: Czumbel. Rimbalzi: Scafati 28 (22 dif.; 6 off.); Trapani 37 (26 dif.; 11 off.). Palle recuperate: Scafati 6; Trapani 2. Palle perse: Scafati 4; Trapani 12. Assist: Scafati 20; Trapani 23. Stoppate: Scafati 1; Trapani 0. Spettatori: 800 circa.

 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania