Didone Adonais Domine di Isgro: sublime al teatro romano di Brescia

Con Didone Adonais Domine, il CTB e Fondazione Brescia Musei portano in scena il teatro di Emilio Isgro`, facendo rivivere un luogo incantevole come il teatro Romano.

LEGGI ANCHE

Con Didone Adonais Domine, il CTB e Fondazione Brescia Musei portano in scena il teatro di Emilio Isgro`, facendo rivivere un luogo incantevole come il teatro Romano.

Didone Adonais Domine di Isgro: sublime al teatro romano di Brescia

E` un monologo, è un dialogo , è una voce narrante, l’interpretazione magistrale dell’attrice Sandra Toffolatti insignita da numerosi premi.

Didone Adonais Domine di IsgroAssieme alle tre carte parlanti, interpretate da validissimi attori come Elena Antonello, Giacomo Mangiola e Gianluca Pantaleo ha dato vita ad una rappresentazione sublime, alternando lo storico al moderno , il passato con il presente.

teatro romano di Brescia, Piazza del Foro Brescia (da wikpiedia)Tutto questo su un palcoscenico , che fu il palcoscenico del teatro Romano in un epoca passata ora patrimonio dell’Unesco .

La scenografia cambia continuamente attraverso le video proiezioni ideate da Emilio Isgro`, uno dei nomi più conosciuti dell’arte contemporanea Italiana a livello mondiale, anche conosciuto per la sua “cancellatura”.

Scenografie a volte inquietanti , formiche che caoticamente passeggiano su una parete del vecchio teatro, colori accesi come il rosso il bianco e il nero che si intercambiano continuamente cambiando lo sfondo della rappresentazione , scritture , cancellature , per finire l’intera costellazione viene proiettata come scenografia finale .

Giorgio Sangati ha diretto con maestria e ha scelto con spirito perspicace la brava protagonista Sandra Toffolatti .

Sandra Toffolatti (cropped da pagina FB)Sandra Toffolatti impersonifica in modo eccellente tre Donne , tre eroine , in tre periodi diversi ma accumunate da uno stesso sentimento.

Tre storie con un’unica radice “Il dramma d`amore”, l’amore verso un uomo:

  • La vecchia sorella di Giovanni Pascoli , dedita per tutta la vita all’amore per il fratello , anche dopo la morte dello stesso,
  • la contessa Pia Bellantani adultera, colta da gelosia diventa assassina ,infine una terrorista innamorata di un militante e di un’ideologia ma tradita e abbandonata da entrambi ,
  • infine Didone innamorata e abbandonata da Enea.

Allo stesso tempo è anche la cartomante che interroga le tre carte parlanti.

Sulle rovine del teatro Romano Didone Adonais Domine di Emilio Isgro` ha dato vita a questo luogo eterno e pieno di storia .

Elena Cecoro

Juve Stabia, Pagliuca: Domani troveremo una Casertana diversa dall’andata, che sarà molto più consapevole delle proprie forze

Guido Pagliuca, allenatore della Juve Stabia, analizza così il derby di domani con la Casertana
Pubblicita

Ti potrebbe interessare