Quantcast

Sud - terza pagina

Stanotte a Pompei, tripudio per Alberto Angela: ha raccontato “la più viva delle città morte”

Stanotte a Pompei, tripudio per Alberto Angela: ha raccontato “la più viva delle città morte”

Trupudio sui social per l’appuntamento televisivo con Stanotte a Pompei in onda su Rai1, con un super Alberto Angela che ha incantato tutti offrendo un viaggio tra le vicende umane collegate fra loro dall’immane tragedia dell’eruzione del Vesuvio. Per secoli la città antica di Pompei è stata sommersa dalle macerie, riportata in vita solo a partire dal ‘700; quella città che Alberto Angela ha definito: “La più viva delle città morte“.
Atmosfere magiche, la scelta del sentiero notturno e il supporto di professionisti per narrare le vicende, come quello appunto di Giancarlo Giannini e Marco D’Amore, hanno fatto di questo viaggio qualcosa di memorabile; interessanti ance gli interventi di altri esperti per parlare del gioco delle luci e delle ombre, dell’arte che si respira a Pompei, e delle vicende storiche più curiose supportate da un’altra grande narratrice di tali storie come Eva Cantarella.
Alberto Angelo narra, racconta e sembra flirtare direttamente con il singolo spettatore; su twitter nessuno riesce a trattenersi nell’esternare l’amore per il divulgatore scientifico: “Finché ci sarà Alberto Angela non potrò mai innamorarmi di nessun altro. E questo è tutto“, “Ho riattaccato l’antenna alla tv solo per vedere Alberto Angela“, “Finalmente qualcosa per cui valga la pena stare davanti alla tv“.
Ma anche messaggi più “focosi” per il divulgatore scientifico che ormai è considerato da donne di tutte l’età (e non solo) un vero e proprio sex symbol.

Nel descrivere le domus, i bordelli, le terme, le botteghe dei commercianti, Alberto Angela ha affascinato il pubblico contestualizzando le vicende umane, la paura, la fuga, per un vulcano che non si arresta e uccide tutto ciò che possa ostacolare la propria furia distruttrice. 2000 le vittime, la più colossale tragedia naturale che la storia ricordi, dovrebbe inorridirci e invece ci affascina, ci appassiona e crea apprensione.

Alberto Angela con “Stanotte a Pompei” è riuscito a conferire ancor di più il posto che questo sito archeologico merita nel mondo.

Cliccando qui è possibile rivedere la replica della puntata andata in onda ieri: “Stanotte a Pompei” – Rai Replay.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania